Consiglio comunale del 29 aprile 2010

Inaspettatamente la serata si è conclusa con il Sindaco, Vincenzo D’avanzo, che insultava tutta l’opposizione ed in particolare il consigliere D’Ercole: “mascalzoni. Questi sono atti da mascalzone, confondete la gente con le cose sbagliate che dite. Mi costringete a perdere un sacco di tempo”. Ma il sindaco ne aveva anche per la stampa locale, rea, a suo dire, di riportare le “errate” opinioni dell’opposizione.
La serata era iniziata, e proseguita, all’insegna della più tradizionale e sonnolenta tranquillità.
In apertura di consiglio comunale, questa volta regolarmente annunciato da manifesti affissi da giorni, si potevano contare ben 16 persone presenti tra il pubblico. Lo scorso 19 aprile un consiglio comunale non pubblicizzato vedeva tutti i 60 posti a sedere occupati e anche persone in piedi. Ma questa volta mancavano i contestatori, ossia i dipendenti comunali contrariati dalle scelte dell’amministrazione D’Avanzo. Il relatore, assessore Francica, ha presentato i conti del bilancio consuntivo 2009. Si tratta di un bilancio di oltre 32 milioni di euro chiuso con un leggero attivo. L’opposizione ha rimarcato le aree di difficoltà dell’amministrazione, le cose non fatte e le scelte discusse, quali lo stato di manutenzione delle strade, la mancata realizzazione della nuova piscina coperta, le scelte fatte sui cimiteri. Il consigliere D’Ercole in particolare ha sollevato il problema della correttezza del bilancio consuntivo sottolineando come in esso siano riportati attivi di “dubbia esigibilità” quali ad esempio rette scolastiche non pagate dal 2003 o gli 800.000 euro di sanzioni a carico di un centro commerciale per il quale però si è in attesa di un giudizio definitivo da parte dei giudici (che potrebbero quindi anche dare torto al comune). Possibile che siano state proprio queste considerazioni ad aver fatto perdere la pazienza, in sede di replica finale, al sindaco, il quale, ci pare soffrire molto un’opposizione assai poco “ideologica” e molto pragmatica, che contesta cioè le cifre e le scelte fatte con tutti gli strumento legali a sua disposizione, compresi gli esposti alla Corte dei Conti.
Questo modo di esercitare il ruolo di opposizione, a quanto pare non privo di efficacia, è un’assoluta novità per Cesano e per una maggioranza abituata per anni all’assenza, di fatto, di una qualunque opposizione “di merito”. Questo potrebbe spiegare l’irritabilità del sindaco nei confronti di un consigliere che si limita ad esercitare, nel modo che ritiene migliore, il suo ruolo di oppositore. Come ha poi con sincerità ammesso il capogruppo PdL Raimondo, l’opposizione sottolinea le aree critiche dell’azione di governo e non parla delle cose positive che l’amministrazione realizza. Ad esempio, ha continuato Raimondo, non hanno detto nulla sulla politica sociale del comune perchè questa è una politica ben fatta. Rilevanti ci appaiono le argomentazioni usate dal sindaco: Egli infatti ha detto che l’opposizione coi suoi ricorsi alla Corte dei Conti gli fa perdere tempo, che semina nei cittadini confusione di idee, in ciò avvalendosi anche degli organi di stampa locali. Inoltre più volte negli ultimi mesi, sia il sindaco che la sua vice, hanno richiamato l’attenzione sul fatto che loro hanno vinto le elezioni, contrapponendo il consenso elettorale ricevuto a qualunque tipo di critica.
Argomentazioni queste del più puro repertorio berlusconiano. Segno chiaro che il Presidente del Consiglio sta facendo scuola anche tra certi amministratori del centro sinistra.
Infine due belle notizie: domenica 9 maggio verrà ripristinato il Parco Agricolo nel centro storico. A quanto si è capito questa manifestazione era stata sospesa perchè organizzata da associazioni vicine al centro destra (illuminante quanto detto dal consigliere Addonisio che ha ricordato la presenza delle bandiere del PdL durante una di queste giornate) e verrà ora organizzata direttamente dal comune.
La seconda è che a inizio giugno verrà inaugurato il Parco Natura.
Destinato a diventare il parco più grande di Cesano, circonda completamente il nuovo cimitero.
I lavori stanno terminando in questi giorni ed il ritardo si giustifica per via del contenzioso legale di alcuni proprietari che non volevano essere espropriati. A inizio giugno anche questa nuova area verde verrà messa a disposizione dei cesanesi e, speriamo, anche dei loro amici a quattro zampe.

 

Questa voce è stata pubblicata in 2010 cc, Consiglio Comunale. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...