Il sindaco prende la parola . . .

Le collusioni vanno cercate altrove
Il sindaco ricorda agli esponenti del centrodestra, che hanno presentato una mozione di sfiducia contro di lui, chi avevano scelto per le loro liste e la loro stretta relazione, anche politica, con soggetti collusi

Cesano Boscone (MI) – “Una delle strategie delle mafie è l’isolamento. Insinuare il sospetto per mettere in difficoltà, anche con le forze politiche di maggioranza, coloro che sono in prima linea nella lotta contro l’illegalità”. Il sindaco Vincenzo D’Avanzo rispedisce al mittente le accuse che i partiti di centrodestra, che occupano i banchi dell’opposizione in Consiglio comunale, gli hanno lanciato proponendo una mozione di sfiducia. “Registro nell’ultimo periodo – prosegue il primo cittadino – una convergenza di interessi, più o meno leciti, per scalzare chi ha voluto scontrarsi a viso aperto contro tutti coloro che hanno tentato l’assalto alle istituzioni. Una strana convergenza sulla quale chiedo alla Procura di Milano di indagare. Soprattutto perché – precisa – siamo in un momento molto delicato, in cui si sta lavorando al nuovo Piano di governo del territorio”.

“La storia è sempre la stessa – prosegue il sindaco – farcita con chiacchiericci e  strumentalizzazioni che non meriterebbero alcuna considerazione, se non fosse che il centrodestra vorrebbe venire a far lezione in casa del centrosinistra, nella speranza di trovare, evidentemente, qualche porta o finestra aperta. Viene gettata fanghiglia sul tavolo del dibattito politico – sottolinea D’Avanzo – solo per nascondere l’incapacità di fare proposte concrete, di lavorare per il bene della città. La scelta di alcuni consiglieri di svuotare il contesto istituzionale di significato, anticipando mozioni ai giornali, denota un’assoluta mancanza di rispetto anche nei confronti delle leggi. Perché, e voglio dirlo chiaramente, nessuno – e ribadisco nessuno – deve permettersi, fino a quando sarò sindaco, di utilizzare la sua carica per favorire parenti, amici e conoscenti in qualunque contesto”.

E ancora: “Sono stato attaccato in ogni modo possibile, nel tentativo di sovvertire chi, con onestà, trasparenza e nel pieno rispetto delle leggi, governa la città. Sono state riesumate delle intercettazioni che risalgono al 2008, relative a un piano di intervento proposto da imprenditori locali allora incensurati, la cui istruttoria è durata ben tre anni. Un piano che non ho voluto, in prima istanza, che venisse approvato perché mancava la necessaria condivisione dell’intero Consiglio. Mi sono limitato, con tutta la trasparenza possibile e immaginabile, a trattare una pratica presentata da professionisti incaricati dai proprietari della Demas che avevano ritenuto urgente una decisione, per garantire continuità occupazionale. Non ho invece mai chiesto aiuto o voti che potessero determinare la mia candidatura a sindaco. Anche perché sapevo di aver lavorato bene e che avevo il consenso dei cittadini, confermato anche da un sondaggio pre-elettorale”.

Il sindaco ricorda agli esponenti di centrodestra “che fino a un certo punto il loro candidato di spicco era un esponente di Kreiamo, all’interno della quale lavorava anche il segretario cittadino del Pdl e che era legata, a doppio filo, con il loro capogruppo”.

Sulla vicenda dell’assessore Francesco Francica, ribadisce che esercitava un controllo legale sui conti e non aveva alcun incarico e controlli nelle società del gruppo. Essendo un professionista di indubbia capacità, onestà e preparazione, il commissario giudiziale nominato dalla Procura della Repubblica ha voluto respingere le sue dimissioni, chiedendogli di rimanere al suo posto”.

“Quindi – conclude Vincenzo D’Avanzo – mi chiedo: da che pulpito viene la predica! E lascio ogni commento a tutti i cittadini onesti di Cesano Boscone”.

Ufficio stampa di Cesano Boscone

telefoni 02.4860.1721 – 335.6671.574
e-mail cesano@ctrcomunicazione.info
Questa voce è stata pubblicata in 2011 cc, Caso D'Avanzo, Consiglio Comunale, MAFIE, Politica locale. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...