Guerra ai cani? no, ai padroni incivili. 24/4/09

Comunicato stampa: “Guerra ai cani? No, ai padroni incivili
notizia pubblicata in data: venerdì 24 aprile 2009
Il sindaco di Cesano Boscone, Vincenzo D’Avanzo, interviene in difesa dell’ordinanza che vieta l’accesso dei cani dove ci sono le aree gioco dei bimbi al parco Pertini

“Nessuna guerra ai cani, ma tolleranza zero a quei padroni che non rispettano semplici regole di convivenza”: è la precisazione che il sindaco di Cesano Boscone, Vincenzo D’Avanzo, fa in merito alle polemiche sorte in seguito all’emanazione dell’ordinanza che vieta l’ingresso dei cani al parco Pertini dove ci sono le aree gioco per i bambini. Visto, tra l’altro, che sono state riqualificate due aree, nello stesso parco, aperte 24 ore su 24.
“L’Amministrazione comunale – spiega D’Avanzo – non ha affatto intenzione di condurre una battaglia contro gli amici a quattro zampe, anzi. È proprio per tutelare insieme le bestiole e le mamme e i nonni che portano i bambini nelle aree verdi pubbliche a giocare che è stata pensata questa ordinanza. In una città bisogna saper conciliare le esigenze di tutti. Quelle delle persone vengono tutelate evitando che i cani dei padroni incivili possano fare i loro bisogni nelle aree dove giocano i più piccoli, ignari delle malattie che possono contrarre a contatto con le feci. Le esigenze degli animali vengono invece tutelate con la realizzazione di apposite aree cani, dove i cani possano sgambettare tranquillamente, senza arrecare alcun problema alla collettività”.
Nei parchi di via Gobetti, Trento, San Francesco, Pasubio-Libertà, Patellani, Verdi, Goldoni e Mandorli-Acacie è presente un’area cani. I recenti lavori di riqualificazione al parco Pertini hanno restituito invece alla cittadinanza ben due aree cani rinnovate. E qui, proprio perché l’Amministrazione comunale ha voluto andare incontro alle esigenze dei padroni, l’accesso (con ingresso separato da quello del parco, che chiude alle ore 20 per la maggior parte dei mesi dell’anno) rimane aperto 24 ore su 24.
Dal punto di vista statistico, risulta che i cani registrati all’anagrafe siano 600 a Cesano Boscone. Ma, secondo una stima della Polizia locale, sarebbero almeno 3 mila quelli presenti in città. Quindi, mancano all’appello 2400 cani, i cui padroni sono obbligati a iscrivere i proprio cani all’anagrafe dell’Asl.
“Proprio perché vogliamo il bene degli animali, per evitare che questi vengano abbandonati – commenta ancora il sindaco Vincenzo D’Avanzo – invitiamo tutti i padroni a registrare all’anagrafe canina i loro amici a quattro zampe. E alle associazioni animaliste diciamo di venire a confrontarsi con noi in Comune per capire le motivazioni che ci hanno spinto all’ordinanza, invece di basarsi solamente su quanto letto sulla stampa”.

Ufficio stampa Comune di Cesano Boscone
telefoni 02.4860.1721 – 335.6671.574
e-mail cesano@ctrcomunicazione.it

Questa voce è stata pubblicata in CANI. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...