Che sta succedendo nel Palazzo cesanese ?

Superato, con parecchio batticuore, lo scoglio della mozione di fiducia presentata dal centro destra (ricordate la vicenda delle telefonate intercorse con l’amministratore delegato di Kreiamo, condannato per concorso in associazione mafiosa, registrate dall’antimafia?) , il sindaco Vincenzo D’Avanzo, ulteriormente privato di una buona parte della non eccessiva credibilità di cui ancora disponeva,  si è rimesso all’opera.  Per prima cosa, con ordinanza del 5 aprile, ha manifestato la propria fobia contro i cani proibendone l’accesso al Parco Natura se non saldamente legati da guinzaglio, pena un’ammenda da 50 a 300 euro.
Siccome qualcuno non raccoglie le “deiezioni canine”, tutti in castigo !
Poi ha incassato le dimissioni del suo assessore di fiducia: Francesco Francica, già revisore dei conti per il Comune come pure, ed è il motivo delle sue dimissioni, per il gruppo Kreiamo.
A nulla sono valse, in questo caso, le giustificazioni addotte in precedenza, quando le dimissioni dell’assessore erano state chieste dal centro destra. Il PD, o meglio, quella parte del PD che ha sollevato lo scandalo delle intercettazioni, non è riuscita ad avere la “testa” del sindaco ma ha preteso che si segnasse un cambio di marcia, con le dimissioni di Francica appunto.

La notizia, data sino ad ora solo dal nostro blog, sarà confermata in prossimità del prossimo consiglio comunale del 28 aprile.

Intanto si è aperto il problema della successione. Pare che il Sindaco abbia chiesto alla lista civica per D’Avanzo sindaco (hip, hip, urrà…?)  una rosa di tre nomi per il posto, e poi lui avrebbe scelto il fortunato.
Usanza feudale purtroppo in uso qui a Cesano (e temiamo anche in altri posti) quasi che gli assessorati spettino di diritto alle liste elettorali. Tuttavia sembra che per quello del bilancio, inteso come assessorato,  la lista civica non avesse proprio nessuno da candidare. La soluzione di cui stanno discutendo (ovviamente nel chiuso del Palazzo, vabbè: palazzetto cesanese) è quella di affidare alla civica per D’Avanzo sindaco un’altro assessorato. Essendo già tutti occupati e non volendo il sindaco usare la settima delega disponibile (per problemi di bilancio, si dice), non rimane altra soluzione che quella di togliere a chi ha, per dare a chi non ha. Si vocifera di un assessorato allo sport (Francesco Petti) che potrebbe rendersi disponibile, magari spostando l’occupante in altro assessorato,oppure invitandolo a tornare a casa,. Sembra comunque che un assessore al bilancio ci sarà, non più della civica, ma ci sarà.
Vabbè: chi vivrà….. vedrà!
Intanto i cesanesi, trattenendo a stento la loro fremente ansia di sapere da chi verranno governati nei prossimi tre anni, si preparano alla celebrazione delle festività pasquali e della Festa della Liberazione.
Ammesso e non concesso che questa giunta riesca davvero a durare così tanto . . .
Matt 1
Questa voce è stata pubblicata in Consiglio Comunale, Politica locale e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Che sta succedendo nel Palazzo cesanese ?

  1. Alice M. ha detto:

    Quindi Petti farebbe la figura cristologica portandosi via con sé tutti i peccati del mondo?

  2. Carlo Rognone ha detto:

    Invece di protestare per le legittime sanzioni che ogni comune di italia richiede per chi non raccoglie le deiezioni canine, sarebbe opportuno convogliare le risorse per richiedere aree cani maggiormente attrezzate.
    Sfido chiunque a dirmi che la piazzetta del monumento ai caduti è più brutta ora che è piena di fiori rispetto a prima, quando i cani in assenza di aree attrezzate espletavano le loro funzioni organiche sul terreno circostante.
    saluti

    • elpaesdimatt ha detto:

      Carlo Rognone, hai lasciato il commento nel posto sbagliato.
      Comunque, che ci siano tanti proprietari di cani che non raccolgano le deiezioni è cosa vera e fastidiosissima, anche per quei proprietari che invece raccolgono.
      Questo non autorizza un’amministrazione a praticare ipotesi di “punizioni collettive” all’israeliana per tutti i proprietari.
      Come sempre, quando non si è capaci di svolgere al meglio la propria mansione (ed è da sette anni il caso dell’amministrazione D’Avanzo) si proclamano soluzioni roboanti che poi si dimostrano inutili.
      Insistano con gli strumenti che hanno, Cesano Notizie, cartelli, per fare informazione e poi eroghino sanzioni a chi non raccoglie.
      Ma questo non toglie che i cani debbano essere sguinzagliati per correre e che non si può pretendere che in un area tanto grande come il Parco Natuta ciò non avvenga.

Rispondi a elpaesdimatt Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...