Buongiorno ITALIA !

Il quorum è stato raggiunto in tutti e quattro i referendum.

Si tratta di un risultato storico, perchè erano davvero tanti anni che non succedeva e le avevano provate tutte per far fallire anche questi.

Diamo per scontato che vinceranno i SI, giacchè non c’è stata di fatto nessuna campagna per il NO.
Ma la notizia davvero clamorosa è che questa volta la strategia di far fallire i referendum, non dandone sufficiente informazione con le televisioni, fissando la data delle votazioni il più tardi possibile (“scherzetto” che ci è costato parecchi soldini), non ha funzionato! Questa volta la maggioranza degli italiani ha voluto far sentire la propria voce e il governo si scopre sempre più isolato dal paese reale. Gli italiani non vogliono le centrali nucleari, non vogliono che l’acqua potabile sia occasione di businness per qualche multinazionale, e hanno detto al Premier che deve sottoporsi anche lui alle leggi che valgono per tutti, non c’è nessun “legittimo impedimento” che tenga. Un altro duro colpo per il Governo e per la maggioranza che lo sostiene, e un duro colpo anche all’ideologia neoliberista che vuole contrapporre un “privato” sempre efficiente e produttivo ad un “pubblico” inefficiente e incapace.
Gli italiani hanno detto di non credere a questa logica, che era penetrata anche in ampi settori della “sinistra” di governo (vedi i casi del Sindaco PD di Firenze, o dell’ex sindaco Pd di Torino…).
Con questo voto si può finalmente invertire la devastante logica introdotta tanti anni fa del “più Mercato e meno Stato”. Alcuni beni sono di tutti e a tutti debbono essere garantiti, nessuno cerchi di realizzare un ingiusto profitto, il primo di questi beni è l’acqua.
Quindi ha perso il Governo Berlusconi, ma non solo lui….
Sopratutto però ha vinto la democrazia. E’ stato riattivato l’unico strumento di espressione diretta previsto dalle nostre leggi, dopo che per un quindicennio era stato ridotto all’impotenza.
Il popolo italiano ha corretto quattro pessime leggi votate dal Parlamento su mandato del Governo.
Un grazie và indirizzato a chi ha creduto a questa battaglia e ha deciso di lanciarla.
Siamo tra coloro che erano scettici e non apparteniamo a questa schiera. Non abbiamo raccolto firme o fatto propaganda per il voto profondamente sfiduciati nello strumento referendario che credevamo ormai morto.
Siamo lietissimi di constatare di esserci sbagliati !
Oggi è, ancora una volta, una bella giornata.
Sarebbe bello, come accaduto a Milano 15 giorni fa, che domani tutta l’Italia fosse tappezzata da manifesti che dicano: BUONGIORNO ITALIA .

Matt 1

Questa voce è stata pubblicata in Da leggere e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...