Per il Centro di Solidarietà cesanese non c’è la crisi

Giorni decisivi per le sorti del Paese. Da più parti si rincorrono gli appelli ai risparmi, a condotte pubbliche morigerate, alla sobrietà. Ma la crisi economica che ci attanaglia non è così sentita nell’ombelico del mondo: Cesano Boscone.

Infatti, il nostro Primo Cittadino, Vincenzo D’Avanzo, e la sua Giunta hanno pensato bene di patrocinare con ben 3500 euro la consueta mostra del Centro di Solidarietà (Comunione Liberazione) che ha l’esclusiva della Rimessa delle Carrozze durante la Festa Patronale.

Ricordate la guerra intestina del giugno scorso sui tagli al bilancio che il PD (partito del Sindaco, non dimentichiamoci) ha voluto portare avanti rispetto alla Festa, alla sontuosa attività teatrale di Città Viva? Quegli interventi, seppur coerenti in un quadro di riduzione della spesa pubblica e in cui si chiedevano grandi sacrifici alle famiglie, sono stati mal digeriti dalle gerarchie ecclesiastiche cesanesi. Le quali, anche per bocca di consiglieri comunali amici, intendono ribellarsi per essere risparmiati, a differenza dei comuni cittadini, dalla crisi.

Ora, nel mezzo dell’estate, arriva questo provvedimento della Giunta. La stessa cifra degli anni scorsi. Così tanto infatti ci sono sempre costati i pannelli staccati dal Meeting di Rimini e riproposti con tanto di targhetta a Cesano (immaginatevi cosa può costare l’esclusiva!).

Le casse comunali, intanto e nonostante la generosa elargizione, continuano a soffrire. Dagli uffici si sono lasciati scappare che, nonostante la recente battaglia in consiglio comunale, non ci dovrebbe essere scampo per il parchetto di via Goldoni su cui sarà con molta probabilità eretto un bel palazzo di 5 piani. La plusvalenza derivante servirà a coprire i buchi di bilancio per l’anno in corso e a compensare questa ed altre elargizioni.

Concedere contributi come quello sopra riportato significa veramente prestare il fianco alle critiche perché ci si muove in maniera poco coerente rispetto a un momento che ben altro atteggiamento necessita.

Siamo sicuri, e ci appelliamo con forza a Massimo Mainardi quale leader dell’opposizione cesanese, che il centrodestra raccoglierà questa freccia avvelenata e che presenterà un’interrogazione in consiglio comunale per chiedere conto di questo cospicuo patrocinio.

Matt2

Questa voce è stata pubblicata in Politica locale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...