Cesano Boscone, nel periodo 2006-2008, è stato il comune PEGGIO amministrato della nostra zona. Lo dice la Regione Lombardia. L’Amministrazione era la stessa che c’è oggi: D’Avanzo-Di Giuseppe…

tratto da: http://www.sionomagazine.com/2011/11/amministrazioni-e-stato-buccinasco-il.html
per notizie più dettagliate vedi qui: http://www.regione.lombardia.it
 
Virtuosi nell’amministrare la cosa pubblica, di questi tempi un obiettivo “sensibile”, non solo per i conti dello Stato ma anche e soprattutto per il formarsi di un giudizio da parte dell’opinione pubblica. Per il futuro si vedrà, ma come sono andate le cose nel recente passato e più precisamente nel triennio 2006-2008? A renderlo noto ci ha pensato Regione Lombardia che ha reso pubblicato la classifica dell’Indice Sintetico di Virtuosità dei comuni lombardi relativo al periodo… 
In estrema sintesi l’indice è composto da quattro ambiti di valutazione: flessibilità di bilancio, debito e sviluppo, capacità programmatoria, autonomia finanziaria e capacità di riscossione. Vengono inoltre tenuti presenti: l’orizzonte temporale, la classe demografica, cioè il numero di abitanti e il contesto valutando se si tratta di piccoli comuni o città metropolitane o al limite di comunità montane, condizioni tali da avere ovviamente riflessi sulla gestione complessiva e sul giudizio che ne deriva. Chi ha indice 100 risulta aver ottenuto la migliore valutazione e così via a decrescere fino ad arrivare addirittura a giudizi con il segno negativo.
Ebbene in questa classifica di virtuosità Buccinasco raggiunge quota cento su cento dopo un monitoraggio che ha interessato la Giunta guidata da Maurizio Carbonera nel corso di tre anni su cinque di mandato. Un risultato positivo che non mancherà di avere una qualche ripercussione sul giudizio complessivo a proposito delle recenti amministrazioni soprattutto in un periodo in cui gli elettori e le elettrici di Buccinasco si apprestano a rinnovare l’Amministrazione commissariata.
Non sempre altrettanto brillanti gli indici degli altri comuni della Grande Città (ricordiamo comunque che si tratta non delle “attuali” amministrazioni ma come già detto di quelle in carica nell’arco temporale 2006-2008). Assago registra un indice pari a 69,95 ponendosi in fascia comunque medio-alta, più che sufficiente se poniamo a 50 su cento il livello di sufficienza; Cesano Boscone tocca la quota piuttosto modesta di 18,53; Corsico sfiora la sufficienza con 48,82; Trezzano sul Naviglio si attesta al 25,02. Per quanto riguarda gli altri comuni della nostra area di diffusione abbiamo Basiglio al 77,45, Cusago al 68,39, Gaggiano al 35,65, Pieve Emanuele al 35,02, Rozzano al 75,71.

Cosa è stato considerato per calcolare l’Indice Sintetico di Virtuosità, leggi qui

La classifica generale lombarda, dove Cesano spicca……agli ultimi posti vedi qui 

Questa voce è stata pubblicata in Consiglio Comunale, Da leggere. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Cesano Boscone, nel periodo 2006-2008, è stato il comune PEGGIO amministrato della nostra zona. Lo dice la Regione Lombardia. L’Amministrazione era la stessa che c’è oggi: D’Avanzo-Di Giuseppe…

  1. Giuseppe Gallo ha detto:

    Niente paura. Alla prossima tornata Cesano si conquisterà il suo agognato primato: ultima in assoluto. Basta un po’ di buona volontà. E la nostra allegra coppia ne ha da vendere. Si comincia con tanto bel cemento, il raddoppio dell’aliquota IRPEF (un ladrocinio vero e proprio!), una caterva di soldi pubblici a CL e un buon numero di tagli ai servizi. I disabili sono stati le prime vittime, perché ai nostri bravi amministratori interessa solo la visibilità. E quella la dà la festa patronale, mica i disabili! Per l’allegra coppia, i disabili possono attendere. Per loro, i rubinetti sono chiusi. I soldi se li sono pappati altri.

    Ma mi rendo conto che è fin troppo facile sparare su questa amministrazione. E, allora, vogliamo dire la verità? I veri responsabili sono i nostri consiglieri. I consiglieri di maggioranza. Non tutti. Alcuni neppure sanno perché si trovano lì, non capiscono cosa votano, non sanno azzeccare una concordanza e cascano dalle nuvole quando gli fai una domanda (e pensare che poi ridiamo di Berlusconi, La Russa, Brunetta, ecc. Ma, perché, non fanno ridere anche i nostri?).

    Ma gli altri. Negri, Bersani, Addonisio, Capuano, Ursino, Rubichi, Robbiati. Questi di politica capiscono. Eccome. S’informano, hanno delle idee, sanno cosa votano. Sanno molto meglio di noi quale pesante eredità lascerà questa giunta alle generazioni future. In privato, si arrabbiano, protestano, si lamentano, puntano i piedi, giurano e spergiurano che qualcosa non cambia usciranno dalla maggioranza o voteranno contro. In consiglio comunale, però, niente. Sì, qualche emendamento lo propongono. Ma tutto qui.

    Troppo poco. Troppo, troppo, troppo, troppo poco. Allora, è a costoro che dobbiamo rivolgerci con chiarezza. Se è vero che siamo messi così male, allora è il momento di staccare la spina. Se lo farete, facciamo festa per una settimana. Il periodo del resto è maturo, L’opinione pubblica cesanese non ne può più, proprio come l’Italia non ne poteva più di Berlusconi. Forza, dunque. Arriva sempre il giorno in cui bisogna dimostrare di avere le palle. Ma non potete più continuare a fare il doppio gioco. Non potete dire “così non va, siamo stufi” e poi ingoiare ogni rospo. Non è serio. In questo modo, attenzione, siete voi a perdere credibilità.

    Meglio giocare d’audacia. Staccate la spina. Ormai, è un’implorazione.

    • Adonella Gandini ha detto:

      Non c’è molto da aggiungere al commento di Beppe. Del tutto condivisibile e riscontrabile ad ogni Consiglio comunale, dove è evidente fino all’imbarazzo, l’impreparazione sugli argomenti discussi di molti consiglieri. Ed è ora di finire questo gioco che rende il consiglio comunale solo un teatrino ed i consiglieri solo comparse, pronte ad alzare la mano secondo il volere dei burattinai. Davvero auspicabile che i consiglieri si riprendano il mandato dato loro dagli elettori che è quello di rappresentarli e di valutare autonomamente le proposte della giunta. Giunta che ha mostrato ampiamente di infischiasene delle indicazioni del Consiglio, ponendo sotto ricatto la sua stessa maggioranza… E allora… Davvero, che i consiglieri consapevoli del loro ruolo, ristabiliscano l’ordine delle cose e ridiano dignità alla politica. Diamo una speranza a Cesano e ai cesanesi… Del berlusconismo, ormai ne abbiamo tutti le scatole piene…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...