Insieme per Cesano fuori dalla Maggioranza?

Il comunicato stampa diffuso dalla lista civica “Insieme per Cesano” rappresentata in seno alle istituzioni dal consigliere Giovanni Addonisio e dall’assessore Aldo Guastafierro, è una presa di distanze molto dura di tale formazione politica rispetto alla maggioranza che governa nel Comune.

I termini sono perentori

“Il gruppo consiliare “Insieme per Cesano Boscone” manifesta la sua totale contrarietà al voto favorevole che il Sindaco Vincenzo D’Avanzo”

rincarando la dose:

Un voto che è stato condotto senza alcun confronto con le forze politiche che con il primo cittadino condividono il governo di Cesano Boscone.

Per noi cronisti locali è una buona notizia: torniamo finalmente a parlare di Cesano dopo la lunga pausa invernale. Vediamo che piano piano la politica si sta rimettendo in marcia.

Ma veniamo alle questioni. Come leggere questa durissima presa di posizione? E’ un addio alla maggioranza?

Ci sono due filoni, uno per ognuno dei due rappresentanti della lista a Cesano.

Partiamo dall’assessore Guastafierro. Linearmente il comunicato è tagliato su di lui: si critica il Sindaco per non essersi confrontato con le forze della maggioranza ed in prima istanza con il suo assessore alle politiche ambientali. Guastafierro, appunto. Lesa maestà.

C’è da aggiungere però che si tratta di decisioni concordate dai Sindaci, in questo caso del PD, che tengono conto di equilibri più generali: su un altro tema, il PTCP, ad esempio, pare infatti che sulla posizione di astensione abbia pesato principalmente la questione “Milano”: il capoluogo, infatti, sta lavorando in queste settimane all’ambizioso PGT (-60% cemento rispetto all’ipotesi del centrodestra) e teme una contrapposizione netta con la provincia in mano al centrodestra, da cui è comunque dipendente per via dei pareri che l’ente superiore deve esprimere sul futuro assetto urbanistico milanese. Probabilmente da questa preoccupazione meneghina è dipesa la scelta dei sindaci PD che, piaccia o meno, ma facendo parte dello stesso partito, hanno seguito un orientamento comune.

Vita facile, ovviamente, giocare al massacro contro tale scelta, sfruttando anche il vento dell’antipolitica, per le varie liste civiche / grillini della zona, che non devono rendere conto di una comune appartenenza partitica e che si limitano all’esperienza amministrativa comunale.

Per contraltare vengono elencate le meraviglie in materia ambientale di Cesano: come fa quindi un comune con una sensibilità verde così spiccata a comportarsi in maniera così scellerata rispetto alle sue responsabilità provinciali?

Veniamo all’altro protagonista, Gianni Addonisio. L’esperto e quotato consigliere è il “Ras del quartiere Tessera“. Nessun legame diretto con il PTCP, ma non si può escludere che questa dura presa di posizione sia una sorta di preallarme dato al Sindaco, per via delle operazioni edilizie di cui si sta discutendo a livello di Piano di Governo del Territorio (cesanese stavolta). E il Tessera in particolare è uno dei “terreni caldi” per via dell’importante opera di sistemazione (che prevede parecchi nuovi appartamenti), oltre alla piscina.

 Ricordiamo che un’eventuale uscita di tale lista civica dalla maggioranza non comporterebbe al momento problemi di tenuta per il Sindaco. Partito Democratico (8 consiglieri), lista Per D’Avanzo Sindaco (2 consiglieri), Italia dei Valori (1 consigliere) sono sufficienti ad avere la meglio sulla destra (8 consiglieri)

Vedremo cosa succederà nei prossimi giorni.

Matt3 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica locale e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Insieme per Cesano fuori dalla Maggioranza?

  1. Andre ha detto:

    E così per consentire un PGT di Milano a basso impatto ambientale si andrebbe a intaccare un’area protetta che mitiga gli effetti dell’inquinamento di una grande città come Milano? Ricordo che l’allargamento di un’azienda che produce vernici dentro il Parco coinvolge una superficie di 5 ettari e mezzo. Non si tratta di un intervento di impatto trascurabile. L’argomentazione mi pare un poco debole.

    Per correttezza sarebbe bello riportare anche il comunicato del coordinatore di zona del Partito Democratico, Fabio Bottero, che critica l’atteggiamento tenuto dal suo stesso partito in sede di votazione.
    Il comunicato, secondo me, va oltre la questione cesanese. Il punto vero è che idea di sviluppo e di territorio hanno il Pd e le altre componenti del Centrosinistra. La sinistra radicale mi pare non si sia ancora espressa in merito. A chi veramente interessa che il Parco Sud rimanga un’area a vocazione agricola?

  2. adogand ha detto:

    Alle volte sembra davvero che alcuni si ritengano gli “unici” e “qualificati” difensori del territorio, anche se vedono la realtà a macchia di leopardo… Questo lo vedo, questo non lo vedo..

    Per dovere di precisione la posizione di SEL – Corsichese, è stata pubblicata il 21 gennaio http://www.sellombardia.it/milano/corsichese/
    Auspicherei maggiore coerenza dai verdi anche nelle prossime scelte del PGT cesanese…
    La “sinistra radicale”, da tempo ha preso le distanze da D’Avanzo, dalla sua giunta e dalle loro scelte così poco condivise e condivisibili, ridotte a mere comunicazioni alla propria maggioranza.

    Mi domando, oltre la questione Rosate, “Insieme per cesano” e i “verdi” cosa ne pensano della prevista cementificazione al Tessera e in Sacra Famiglia? Si sono domandati quanto sia stato condiviso il PGT-cesanese con la cittadinanza, a parte il percorso formale previsto dalla legge? Si sono resi conto che non c’è stato un vero dibattito pubblico? A loro è sembrato corretto questo percorso?

    Aspettiamo con pazienza il loro comunicato stampa in merito.
    Il consumo di territorio è consumo, ovunque avvenga. SEL, da tempo, ha protocollato le proprie osservazioni.

  3. Il Bucci ha detto:

    Si fa fatica a comprendere come l’allargamento della struttura produttiva di Rosate non sia un provvedimento affatto secondario per il territorio di Cesano Boscone. Come più volte ripetuto questo costituisce un precedente che potrebbe mettere in discussione l’esistenza del Parco Sud (in quanto le richieste di deroga ai vincoli di un territorio agricolo aumenteranno esponenzialmente). Così, nel prossimo futuro Cesano Boscone potrebbe trovarsi a non avere nemmeno più lo sfogo di un’area libera come il Parco Sud. Niente più risaie, niente più campi di mais e di frumento, niente più fontanili. Al loro posto capannoni, strade, abitazioni, strutture commerciali. Così i Gruppi di acquisto solidale saranno costretti a rivolgersi alle aziende agricole del lodigiano o del cremonese…addio agricoltura periurbana, addio filiera corta.

    Questo è lo scenario che si prospetta se si continua a governare le città coltivando solo il proprio “orticello”. Si può avere il Pgt migliore di questo mondo ma con un Parco Sud che perde di valore la qualità della vita dei cesanesi peggiorerebbe notevolmente.

    La realtà dei territori è complessa. Limitarsi esclusivamente all’interesse del proprio quartiere, della propria via, del proprio condominio senza considerare le conseguenze delle decisioni prese a livello superiore può condurre solo a una politica propagandistica di corto respiro…perchè nella nicchia ci si rannicchia!

    Meditiamo sulla parola ECOLOGIA,

  4. adogand ha detto:

    Meditiamo sul fatto che non si può essere ecologisti solo fuori dal proprio orticello, ma anche in quello che si amministra direttamente. Ricordo che i verdi sono in giunta a Cesano. Teoria e pratica dovrebbero essere coerenti. Altrimenti si tratta solo di prese di posizione aleatorie ed inconcludenti, che non portano a nessuna conseguenza.
    A proposito che fine ha fatto il progetto di ripiantumazione a compensazione dei ventisette tigli abbattuti lungo la via Benedetto Croce??? E’ troppo tempo che me lo domando! Ecologisti a Rosate, molto poco a Cesano… per i verdi così è troppo facile!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...