A proposito del Laboratorio Politico Cesanese

Che questi siano tempi molto difficili per la sinistra è fuori di dubbio. La sinistra, e non solo quella italiana, oggi non ha più un’identità chiara, definita, al punto che abbiamo fior di (vetero) liberisti, gente che privatizzerebbe anche l’aria che respiriamo, che si definisce “di sinistra”.

Questa pare essere una “moda” sempre viva all’interno del PD: liberisti e di sinistra, almeno così dicono. Quindi vediamo il partito dividersi: sull’art.18, sui contratti di lavoro, sui sindacati. Tutte cose superate e da abbandonare velocemente, secondo i Morando, i Veltroni, i  Letta.  E guai a ricordare loro che queste stesse posizioni sono sostenute da anni, e quindi con maggiore credibilità, dalla destra e dal centro destra, si offendono.

Ma per chi voglia ancora definirsi di sinistra e continua a credere nell’eguaglianza degli uomini, per chi si ostini a pensare che l’essere umano non è un semplice “fattore di produzione” da poter utilizzare, quando serve, al prezzo più basso possibile e poi buttare via, per chi pensi che la ricchezza che una società produce non possa essere “accaparrata” da poche persone mentre tutte le altre debbono accontentarsi delle briciole, cosa rimane da fare?

La recente vicenda del Governo Monti dimostra, direi in modo inequivocabile, che oggi i settori maggioritari della società italiana, ovvero i lavoratori (operai, impiegati, pubblici, privati, a progetto, in partita IVA, ecc.) e i pensionati NON hanno nessuna rappresentanza politica. Farmacisti, taxisti sono stati in grado di farsi sentire e influenzare le scelte del Governo Monti, i lavoratori/pensionati italiani no.

Si pone, e con urgenza, il problema di ricostruire una rappresentanza politica del mondo del lavoro. E’ necessario quindi che si torni a ragionare sulla sinistra italiana ed il suo possibile futuro.

Ma se questo è il compito che dobbiamo porci a livello nazionale, occorre poi riuscire a declinarlo sul piano locale, a Cesano Boscone.

Un sintomo evidente della crisi della sinistra è dato dalla scarsa, se non nulla, voglia di partecipare alla lotta politica da parte dei lavoratori. Sfiducia nei politici che diventa sfiducia nella politica in quanto tale. Qualunquismo dilagante, disinformazione martellante sono sintomi evidenti di questa crisi. La sinistra, quale che sia, ha sempre bisogno di cittadini desiderosi di partecipare alle scelte e non di semplici tifosi. Cittadini che vogliono per prima cosa informarsi di quello che succede e quindi discuterne, spesso vorrebbero anche partecipare alle scelte.

In questo senso, e con queste intenzioni, è nato a Cesano Boscone il Laboratorio Politico Cesanese (LPC). Un luogo dove un gruppo di persone, non rassegnate alla “morte della politica” intendono riunirsi per chiarirsi le idee su quello che succede a Cesano e cercare di trovare insieme delle proposte per il prossimo futuro.

Si tratta di persone con differenti biografie politiche, che stanno dentro i partiti oppure no (la maggior parte non ci sta) con un differente livello di critica nei confronti dell’attuale amministrazione comunale, quasi da tutti però considerata inadeguata. Ciò che unisce, almeno per il momento, queste persone è la consapevolezza che dalla crisi della politica si possa uscire solo analizzando la realtà e cercando di elaborare, con la discussione ed il confronto, delle proposte chiare per il futuro.

Riteniamo quindi che sia da salutare con moderata soddisfazione l’annuncio dato ieri da Giuseppe Gallo, promotore dell’iniziativa, della nascita del LPC.

Questo blog, che proprio in questi giorni compie il suo primo anno di vita, era nato ed esiste proprio con la medesima finalità: cercare di rianimare la discussione politica cesanese in generale e della sinistra in particolare.

Per questa ragione “elpaesdimatt” partecipa ai lavori del laboratorio.

Matt 1

Questa voce è stata pubblicata in LPC. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...