CONSIGLIO COMUNALE 14/12/2012

La riunione, convocata per le 19, lasciava intendere una serata di lavori molto intensi.
Appena entrati nella Sala della Carrozze si resta colpiti dalla vista di un banchetto con: panini, bibite, salame, dolci natalizi e spumante, predisposto per sostenere le fatiche dei consiglieri. E infatti alle 20,30 circa i lavori sono stati sospesi per oltre mezz’ora per dar modo ai presenti di rifocillarsi.
Ora, sarò diventato un vecchio bacchettone, sarà perchè la prima domanda che mi viene in mente in simili casi è: “chi paga?”, sarà anche che seguire poi i lavori del consiglio tra gli odori del cibo consumato e le bucce dei mandarini ben esposte sui banchi di alcune consigliere, che fà tanto tombolata natalizia con le bucce usate per coprire le caselle dei numeri chiamati, ma a me pare che si poteva tranquillamente convocare il consiglio per le ore 20 avvisando i consiglieri di arrivare….”già mangiati“.  
A parte questo, il clou della serata è la discussione delle osservazioni presentate dopo l’adozione del PGT, Piano del Governo del Territorio, lo scorso mese di luglio.
Protagonista della serata il consigliere PD Filippo Capuano, presidente della commissione territorio, cui è spettato il compito di illustrare il lavoro percorso dalla commissione.
Le osservazioni ricevute sono state 45, tutte numerate in ordine progressivo e chiamate per numero.
Come spesso succede quando il consiglio discute di cose davvero importanti, e quindi la serata consigliare è stata preceduta dalle riunioni di commissione (almeno 3) da innumerevoli incontri tra le forze di maggioranza, tra quelle di minoranza, all’interno dei singoli gruppi, alla file la discussione diventata talmente specialistica per i consiglieri da essere, praticamente, incomprensibile per il (pochissimo) pubblico presente. Se a questo aggiungiamo che le osservazioni sono state raggruppate per argomento, per cui si dicuteva ad esempio delle osservazioni numero: 1-3-12, l’impressione che si stesse assistendo ad una tombolata veniva rinnovata.
Dal poco che ho capito l’argomento, affrontato e risolto, è stato quello dell’Indice di edificabilità (qui si può trovare una spiegazione di cos’è...)
L’indice di edificabilità, in sintesi estrema, indica quanto si possa costruire sopra un terreno. Per esempio: se ho un indice pari a 1, significa che per ogni metro quadro di terreno, potrò edificare un metro cubo di costruzione. Più l’indice è alto, più sarà possibile costruire.
La giunta proponeva di indicare un indice di edificabilità pari a 1, il PD invece ha sistematicamente votato per un indice pari a 0.6 , quindi più basso del 40%.
Naturalmente l’opposizione si è schierata anch’essa per il valore più basso pertanto, ed è il dato politico più importante della serata, la Giunta Comunale ed Sindaco sono stati continuamente messi in minoranza nelle votazione sugli indici di edificabilità, ottenendo l’appoggio dei soli consiglieri IdV e della Lista per D’Avanzo sindaco: 4 voti a favore e 14 contro, essendo assenti i consiglieri Addonisio e Della Salandra, entrambi di maggioranza.
Oltre a questo, che non è poco dal punto di vista politico, sono da segnalare le seguenti cose:
scuola elementare del Tessera. Respinta l’osservazione del Laboratorio Politico Cesanese che chiedeva di non abbatterla, la Giunta si è impegnata a far prima edificare la nuova scuola elementare e solo dopo abbattere la vecchia. Tuttavia il PD ha presentato e fatto approvare un ordine del giorno che chiedeva la stessa cosa. A ribadire, se ce ne fosse bisogno, del basso tasso di fiducia tra maggioranza e Giunta.
– Il consigliere Raimondo (PdL) ha stigmatizzato come nel PGT sia prevista la scomparsa della scuola professionale ENAIP presente al Tessera.
– Da segnalare inoltre una frase del Sindaco che riportiamo testualmente: “la nostra idea del centro storico è fermare lo scempio che c’è stato e salvaguardare quello che ancora c’è”. Affermazione interessante . . .
Infine, alle ore 24 i presenti, provati dalla serata, han pensato di rimandare la discussione al prossimo martedì.
Si dovrebbe riprendere da un osservazione che chiede di creare un collegamento tra la via Ippocastani, del quartiere OLMI di Milano, e la via Libertà di Cesano Boscone.
Matt 1    15-12-2012
Questa voce è stata pubblicata in 2012, Consiglio Comunale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...