Il voto utile? E’ quello contro Berlusconi e MONTI !

E’ iniziata la campagna elettorale e quelle che fino a ieri erano delle certezze consolidate ora non lo sono più.
La prima di queste è che il PD avrebbe vinto le elezioni con grande facilità
La discesa, pardon , la salita in politica di Mario Monti ha sparigliato le carte, in particolare per quanto riguarda le elezioni al Senato.
Infatti, la pessima legge elettorale esistente permette a Monti ed alle forze di centro di sperare di raccogliere un 15  o  20 per cento di consensi. In questo modo,
pur non vincendo le elezioni, diventerebbero determinanti per permettere l’esistenza di un governo targato PD, controllandone e condizionandone l’operato.
Questo è l’obiettivo vero e, di fatto, dichiarato della presenza di Monti nella competizione elettorale.
Quelli che nel mondo contano davvero, ed anche quelli che contano in Italia, non si fidano di lasciare al solo PD il governo del paese. Lo hanno detto chiaramente in tutti i modi possibili. In verità ciò che, probabilmente, li spaventa non è tanto il gruppo dirigente del PD, questa è gente che ha già governato e che non si è sottratta neppure alla richiesta di andare a bombardare la Serbia, quando gli è stato richiesto.
No, non sono i Bersani e nemmeno i Fassina a preoccupare.
Probabilmente chi preoccupa è la base del PD che è ancora convinta, votando PD, di votare un partito di sinistra. E quindi si aspetta una politica che, in qualche cosa, sia di sinistra. E’ quel meccanismo, perverso agli occhi dei potenti , che a volte obbliga i politici a fare davvero quello che la gente chiede loro di fare, disattendendo le consegne ricevute.
Ecco dunque che, rimanendo la destra saldamente in mano a Berlusconi, dunque restando del tutto impresentabile e inaffidabile, è stato delegato a Mario Monti il compito di rintuzzare l’assalto elettorale al Governo del PD, rendendosi (il Monti) indispensabile al Senato.
Il PD dal canto suo sta cercando in tutti i modi di rassicurare FMI, BCE, e compagnia bella, candidando vice-direttori del Corriere della Sera , professori universitari iper liberisti, vice presidenti di Confindustria, e chi più ne ha più ne metta allo scopo di “riequilibrare” la spinta eccessivamente “di sinistra” uscita dalle primarie.
Oltretutto i due, il PD e il Monti, continuano a lanciarsi messaggi rassicuranti (tra le inevitabili frecciatine richieste dalla campagna elettorale): dopo le elezioni governeranno insieme.
Dunque non ci sono dubbi! le elezioni le vince certamente il PD, almeno alla Camera. Probabilmente le vincerà anche al Senato ma qui, per effetto del perverso meccanismo elettorale, potrebbe non raccogliere la maggioranza e si potrebbe rendere necessaria l’alleanza con Monti e le liste di centro.
In tutto questo SeL e Vendola hanno il solo compito di coprire il fianco sinistro del PD, intercettando il voto di quell’area nella misura maggiore possibile. Ma senza poi influenzare in nessun modo l’azione di Governo, nè sulla politica economica e sociale, e nemmeno su quella dei diritti civili.  L’impotenza programmatica!
Adesso siamo nella fase che, iniziata la campagna elettorale, sceso in campo pesantemente Berlusconi, trovato a sinistra un accordo intorno alla figura di Ingroia, quelle che fino a ieri erano previsioni trionfanti cominciano a ridimensionarsi.
SeL, che per anni nei sondaggi aveva tra il 6 e 8 per cento delle intenzioni di voto, crolla al 2,5. I voti che mancano al PD in Lombardia, Campania e Sicilia (regioni fondamentali per una maggioranza al Senato, crescono.
Come pure le preoccupazioni dei dirigenti del PD.
Ed ecco che ritorna, implacabile, l’appello al voto utile.
Se non si vota il PD is favorisce Berlusconi, si strilla oggi su tutti i giornali.
Ma come? Berlusconi non era politicamente morto?
Non presentate le liste al Senato in quelle tre regioni, fareste perdere il PD.
Ma allora, risponde qualcuno, volete fare la desistenza? No, non di questo si tratta, rispondono dal PD.
Volete fare un accordo politico? No, non possiamo fre accordi politici con chi è così lontano dalle nostre posizioni.
E allora cosa vuole il Pd? che la lista Rivoluzione Civile si suicidi ancora prima di essersi formata?
Vuole il voto degli elettori di sinistra, ma senza promettere assolutamente nulla in cambio? nemmeno una riforma delle pensioni? nemmeno il ripristino dell’art. 18?
Ma perchè dovremmo votare il PD al Senato?
Credo che il pericolo Berlusconi non esista. Certo, l’uomo è ancora in pista con la sua tempra di combattente (l’unica dote positiva che gli riconosco), con tutti i suoi copiosi mezzi (grazie alle mancate leggi sul conflitto d’interessi fatte dai governi di centro sinistra), ma oramai non ha serie possibilità di vincere le elezioni.
E’ stato mollato da tutti i poteri forti, anche il Vaticano gli ha dato (finalmente) il benservito.
Allora temo che la vera lotta sia tra PD e lista Monti per capire chi dei due riuscirà a prevalere di più sull’altro. Certo sarà, dovrebbe essere, il PD. Ma una buona affermazione della lista Monti comporterebbe una diversa spartizione delle poltrone dentro il governo. Chi farà il ministro qui, e chi lo farà lì.
Il ruolo della sinistra delle liste Ingroia secondo il PD? Non è previsto alcun ruolo, stanno bene dove stanno: fuori dal Parlamento ! E se proprio ce la faranno ad entrare, che vadano alla Camera dove, al massimo, eserciteranno il “diritto di tribuna”, cioè diranno quattro cose in un aula in cui saranno del tutto ininfluenti.
Logico che la sinistra, quella vera, non ci voglia stare.
La lista Ingroia, per esempio, in Sicilia e Campania è accreditata di una percentuale tale da superare agevolmente la soglia dell’8% prevista per entrare al Senato.
Per quale ragione non dovrebbe presentare la lista? Sarebbe logico?
In politica tutto si può fare, anche un accordo nelle regioni dove le percentuali sono più basse.
Ma certo non gratis.
Il PD in cambio cosa si impegna a fare ?
Perchè una cosa è ormai chiara e consolidata: non basta dire “noi siamo meglio di Berlusconi”. Può anche essere vero, ma non è sufficiente.
Matt 1                  15/01/2013 d.c.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Da leggere e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...