IL MISTERO DELLA LOTTERIA DELLA BEFANA

Una storia cesanese raccontata in Facebook.

Il caso viene portato all’attenzione degli utenti cesanesi di facebook il 13 gennaio 2013 da Stefano Cella che scrive:

Invito costruttivo a non FARE UNA FIGURACCIA, PER IL COMUNE E LA NUOVA ASSOCIAZIONE DEL QUARTIERE GIARDINO
Cara associazione, ci hai venduto i biglietti della lotteria della befana con su scritto che il ricavato andava alle scuole di Cesano.
Terminata la lotteria il signor Sante della Salandra ha consegnato 300,00 euro al Comune, nelle mani dell’assessore Morandotti.
Noi ci fidiamo tantissimo!!!!!!!!
Però Dovreste dirci:
1) Chi ha vinto?
2) Quanti biglietti sono stati venduti?
3) Da quale calcolo escono quei 300 euro?
L’assessore stesso ha i soldi ma non ha queste informazioni.
In pratica:
DATE IL BUON ESEMPIO CON UN PO’ DI TRASPARENZA. Magari anche un po’ alla sveltina, tipo via facebook!-)
Se si scopre che avete venduto pochissimi biglietti non è mica un problema. Vorrà dire che l’anno prossimo si affiderà il patrocinio a qualcuno che si sbatte di più.
Per quanto riguarda il Comune: possibile che uno prende i soldi senza sapere ESATTAMENTE di cosa si tratta? Cos’è, c’è un limite sotto il quale non controllate nemmeno?
Signori, animo, ci sono le elezioni: non perdiamoci su queste cazzate!
I genitori delle scuole e i loro rappresentanti, che per la carta igienica devono vendere torte e smazzare biglietti della santa befana, attendono di conoscere l’importo esatto per decidere insieme ai docenti come spenderlo.

Questo il POST iniziale.

Il 13 gennaio è domenica evidentemente molti sono a casa e si collegano a Facebook, perché subito esplode la polemica.

La prima a rispondere è l’assessora Morandotti che scrive:

Quanti soldi sono stati elargiti per le scuole lo sapete già: 300 Euro.
L’assessore, cioè io, li ho ricevuti pubblicamente e saranno investiti per acquistare qualcosa per le scuole .
Con questa cifra non si può fare altro, anche se mi sarebbe piaciuto poter finanziare qualche bel progetto.
Come sono abituata a fare, dopo aver preso la decisione, in accordo con le due dirigenze scolastiche, tutta la cittadinanza sarà informata su come verrano spesi questi soldi che certamente nessuno, neanche io, pensa che siano stati dati per me personalmente.
Sono d’accordo con voi che chi fa una raccolta di soldi sul territorio dovrebbe essere tenuto a presentare un consuntivo, almeno per le persone che hanno partecipato attivamente alla raccolta.
Questo però, come vi ho già spiegato, non è un compito dell’Amministrazione che ha patrocinato l’iniziativa mettendo a disposizione i locali e quanto ne consegue.
Nel periodo natalizio e durante tutto l’anno, L’Amministrazione dà il suo patrocinio a decine e decine di manifestazioni delle Associazioni di Cesano.
Non chiediamo a nessuno come facciano a finanziare l’iniziativa, diamo il patrocinio in base al progetto e alla richiesta che ci viene presentata con largo anticipo.
Non so se l’Associazione Quartiere giardino, detratte le spese, mi ha dato il giusto ( ma quanto avevate stabilito ???)
So che ha donato all’assessorato istruzione 300 euro e questi spenderò per le scuole.
Quindi mi pare che da parte nostra non vi sia alcun MISTERO…
Buona domenica

Interviene anche il capogruppo PD al consiglio comunale, Simone Negri (nickname in facebook: Gines de Pasamonte” il quale chiede a Sante della Salandra responsabile della Nuova Associazione Quartiere Giardino  e consigliere comunale del PD, di :

… fare chiarezza sulla questione.

Ne va del buon nome del partito.

A tal proposito, lo invito a pubblicare i dati relativi alla lotteria e a mostrare a chi ha partecipato nel comitato della stessa, le pezze giustificative delle spese affrontate e di come sono stati impegnate le risorse derivanti dall’iniziativa”.

A questo punto, è sempre domenica 13 gennaio, tramite l’assessora arrivano dal Della Salandra  i numeri che sono questi:

USCITE    306,31  SIAE,    300 contributo scuola,    328,90 acquisto tv,  1500 spettacolo ,  227,79 manifesti.  TOTALE 2.663

ENTRATE   1450 vendita biglietti, 1213 contributo Associazione.   TOTALE 2.663

Questa informazione fa “imbufalire” ancora di più alcune persone, per esempio Domenico Sassone:

che vergogna 1500 euro per “gli amici della musica” e 300 euro per le scuole?complimenti…..magari l’anno prossimo si potrebbero dare 1800 euro alle scuole e organizzare una recita i cui protagonisti sono solo i bambini che merita una scuola funzionale in tutto…..ps nulla contro gli amici della musica…

Prende la parola l’assessore al bilancio, Avv. Giovanni Bianco:

Premesso che pur credendo fortemente nei “nuovi mezzi” di comunicazione (anche social network) per un miglior rapporto della pubblica amministrazione con i cittadini, ammetto che in molti casi si rischia una gran confusione (in questo caso non avevo letto le altre note e i commenti ed ho preferito “ripercorrere” la vicenda sperando di poter dare almeno alcuni chiarimenti) il “bilancino” dell’iniziativa è stato già reso pubblico dall’assessore (assessora) Morandotti per cui non mi ripeto ho chiesto all’associazione di avere i dati degli anni passati per fare un raffronto e ve li riporto : anno 2012 
l’associazione dei bambini bielorussi avuto in beneficienza € 1500
l’associazione dei bambini non abile avuto in beneficienza € 600

anno 2011
l’associazione dei bambini bielorussi avuto in beneficienza € 1700
l’associazione in gruppo del lunedi avuto in beneficienza € 700

sulla “ricostruzione dei fatti” le versioni tra l’associazione e i genitori divergono essenzialmente su un punto : e cioè se fosse stato preventivamente chiarito che la parte da “devolvere” fosse rapportata ai biglietti effettivamente venduti dai “genitori” o se dovesse intendersi sull’intero numero dei biglietti venduti… su questo punto però non ho elementi per ritenere “più credibile” una versione rispetto all’altra (conoscendo peraltro personalmente le persone coinvolte)… di sicuro però la dicitura sui biglietti non era chiara e poteva (come è successo) ingenerare equivoci… quindi di sicuro per il futuro tutto dovrà essere meglio esplicitato… sull’utilizzo del ricavato di quest’anno devo ancora sentire l’assessore Morandotti e non vorrei sovrappormi… un “filo” ancora di pazienza.. “

Al momento, siamo sempre a domenica 13 gennaio,  la “querelle” finisce qui.

SECONDA PARTE

Il giorno dopo, 14 gennaio, Stefano Cella torna alla carica con una nota che riassume quanto accaduto.

Oltre a commenti indignati di alcuni genitori che hanno personalmente contribuito alla vendita dei biglietti e che perciò ora si sentono ingannati, c’è una risposta interlocutoria dell’assessore Bianco che chiede ancora di pazientare per una verifica complessiva della vicenda. Infatti :

… il comune ha patrocinato l’iniziativa come tutti gli anni e ma non ha organizzato né gestito la sottoscrizione a premi…

L’intera responsabilità nella gestione della vicenda, raccolta dei fondi – spettacolo del 6 gennaio – copertura delle spese, ricadrebbe dunque sulle spalle della Nuova Associazione Quartiere Giardino.

TERZA PARTE

Evidentente dopo il 14 gennaio non deve essere più successo nulla, perché martedì 29 gennaio Stefano Cella pubblica un terzo testo:

Ultimo tentativo, poi vado dai carabinieri.
Riassunto delle puntate precedenti.
A Natale la Nuova Associazione Quartiere Giardino ha promosso una lotteria benefica, scrivendo a chiare lettere sui biglietti che il ricavato sarebbe andato alle scuole di Cesano.
Terminata la lotteria, venduti 1450 biglietti da 1 euro, l’Associazione ha consegnato 300 euro, anziché 1450, nelle mani dell’Assessore Morandotti in rappresentanza del Comune, anziché alle scuole.
Non serve la calcolatrice per capire che mancano all’appello 1150 euro.
Non serve un avvocato per capire che se scrivi sui biglietti della lotteria che il ricavato va alle scuole poi glieli devi dare davvero, altrimenti è una truffa.
Ho già scritto tre note sull’argomento. 
Ho ripetutamente invitato l’Associazione a devolvere quanto promesso e il Comune a prendere una posizione chiara in merito.
È passato quasi un mese ma l’Associazione non si è sentita e il Comune non ha preso posizione.
Le lotterie benefiche sono una cosa seria.
C’è un nulla osta da chiedere ai Monopoli di Stato, una comunicazione da fare 30 giorni prima sia al Comune che al Prefetto. Ci sono multe piuttosto salate se non si seguono le procedure e addirittura l’arresto fino a 1 anno per omessa comunicazione ai Monopoli.
Rinnovo la mia richiesta al Comune di prendere posizione su questa vicenda. 
C’è un consigliere disponibile a presentare una mozione in occasione del prossimo consiglio comunale? 
Numerosi altri genitori attendono chiarezza.
Chiedo a tutti i genitori e ai cittadini che condividono il mio punto di vista sulla vicenda di farsi sentire lasciando un commento, mettendo il mi piace e condividendo la nota.
Non basta incazzarsi tanto, bisogna farlo in tanti
Questa è l’ultima chiamata. 
Se continua a non accadere nulla io vado dai Carabinieri.

Questa voce è stata pubblicata in Consiglio Comunale, Da leggere. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...