Primarie di coalizione del centro-sinistra cesanese. Un successo la presentazione di SIMONE NEGRI.

Gran successo di pubblico la sera del 21 novembre 2013 alla Casa della Trasparenza. Ancora prima di cominciare la sala era colma di persone di tutte le età, e la disponibilità si limitava ai posti in piedi. Ed è stato così per tutta la serata.  L’occasione l’ha offerta SIMONE NEGRI, il capogruppo del PD in consiglio comunale, che ha ufficialmente iniziato la sua campagna elettorale per la scelta del candidato sindaco. Le primarie insomma. Ed è stato un inizio “alla grande”: sala piena di persone attente, ospiti illustri, discorsi comprensibili. Il tutto in un clima frizzante carico di aspettative positive. Fossimo ancora nei fantastici anni ’70 non esiteremmo a parlare di “good vibrations” .

La serata è stata sapientemente introdotta da Cristiano Robbiati, che ha brevemente illustrato, con tanto di fotografie, alcune note biografiche del candidato. Cesanese al 100%, giusto il tempo di nascere in un ospedale milanese nel 1980 e poi era già qui, dopo la laurea ha iniziato la carriera universitaria conseguendo un dottorato e pubblicando diversi lavori scientifici sulle viti e il magico mondo della produzione dell’uva. Nel frattempo cresce l’impegno civile a Cesano con la presentazione nel 2004 di una lista civica (Cesano in testa) e, nel 2007,  l’adesione al nascente PD, di cui diventa coordinatore di zona. Quindi una costante e attenta attività politica quotidiana che l’ha portato ad essere eletto in consiglio comunale con ben 166 preferenze. Come capogruppo PD spesso si è scontrato con l’amministrazione D’Avanzo, riuscendo a volte a correggerne l’indirizzo. Differenze di vedute che ora emergono completamente alla luce del sole.

“Special guest” della serata è stato  Roberto Cornelli, sindaco uscente di Cormano a 39 anni (il che significa che è stato eletto la prima volta quando ne aveva solo 29) che ha portato il proprio supporto all’amico Negri raccontando qualcosa della sua esperienza amministrativa e raccomandandogli di essere:

–       capace di ascoltare;

–       capace di decidere;

–       capace di stupire.

Hanno poi parlato tre cesanesi:

–       Renato Gelli, diacono di San Giovanni Battista, che si è raccomandato di mettere       sempre al centro dell’azione politica l’Uomo con le sue esigenze e le sue difficoltà;

–       Carlo Sacchini, di Legambiente, che, a titolo personale, ha suggerito a Negri di darsi obiettivi ambiziosi come l’aumento della raccolta differenziata oltre il 51% attuale, la riduzione della produzione quotidiana di rifiuti abbattendo l’attuale limite di 1,1 kg a testa;

–       Paolo Erasmi, del sindaco inquilini SICET, che ha ricordato la grande presenza a Cesano di case in affitto e la latitanza, negli ultimi anni, dell’Amministrazione comunale da queste tematiche.

Ha infine preso la parola il candidato Simone Negri, che si è subito lanciato nell’illustrazione di alcuni punti del proprio programma di governo. Eccone alcuni esempi:

–       Trasparenza di tutti gli atti amministrativi come presupposto fondamentale per stimolare la partecipazione dei cesanesi alle scelte dell’amministrazione;

–       Sobrietà, ovvero il comune guidato da gente normale che capisce i problemi della gente normale.

–       La politica come PASSIONE.

–       RINNOVAMENTO della politica locale. Negri chiede a chi è già stato magari per 20 anni in amministrazione di farsi da parte. Attenzione, non di fare un passo indietro ma da parte. Ovvero di mettere a disposizione la propria esperienza a chi gli succederà.

–       I comuni negli ultimi anni hanno subito importanti tagli ai bilanci. Oggi sono più poveri  e non possono indebitarsi. Inoltre a Cesano non c’è più nemmeno la possibilità di vendere territorio per edificare. Quindi, ZERO CONSUMO DEL TERRITORIO. Non si può più continuare a costruire case a Cesano, il territorio è saturo.

–       Occorrerà quindi TAGLIARE LE SPESE. Magari razionalizzando il patrimonio immobiliare del Comune, ovvero vendendo quei beni che non siamo più in grado di mantenere. Per esempio: il palazzo comunale di via Pogliani è ancora utile? Non possiamo accentrare tutte le funzioni comunali in via Vespucci?

–       Risistemazione del sito internet comunale, che deve consentire ai cittadini un accesso più semplice alle informazioni e poter effettuare operazioni senza doversi recare negli uffici comunali.

–       Accentuare  l’informatizzazione della macchina comunale, utilizzo di software libero, anche per abbattere i costi.

Intorno a Simone c’è al lavoro una squadra di persone, tutti sui  30 anni o meno che, almeno nell’organizzazione della serata, ha dato buona prova di sé.

Come dicevamo la serata è stata molto partecipata. La folla era piuttosto eterogenea, c’era chi era lì per “studiare l’avversario”, chi per curiosità. Ma quel che si percepiva era senz’altro la presenza di un’emozione particolare che a Cesano mancava da tempo: l’aspettativa di un cambiamento in positivo.

Una bella serata per il candidato Simone Negri, ma anche una responsabilità in più.

Per saperne di più: http://www.simonenegri.it

Cesano Boscone, 22 nov 2013

MATT 1

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Primare PD 2014 Cesano Boscone e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...