PRIMARIE DEL PD. CESANO BOSCONE – PRIMO ATTO: in scena la NOIA !

12 dicembre 2013. Serata fredda, nebbia, l’umidità che cade a terra gelata e scintillante, come coriandoli di ghiaccio. In una serata come questa, che decisamente invita al divano ed alla copertina, una ottantina di persone si sono recate al teatro Piana del quartiere Tessera per assistere al primo “duello” tra i due candidati delle primarie di “coalizione” del PD: Simone Negri e Giovanni Bianco. La coalizione, a onor del vero, è composta solo dal PD e da quel che rimane dell’Italia dei valori cesanese: il simbolo! giacchè dubitiamo che a Cesano Boscone l’intero gruppo sia composto da un numero di persone sufficiente a garantire una partita di briscola alla “Casa della Trasparenza”.

Una serata noiosa, da far rimpiangere di essere usciti di casa.

Tra i presenti in sala, che erano per lo più persone del PD, spiccavano l’ex sindaca Bruna Brembilla, il quasi ex sindaco Vincenzo D’Avanzo e la prossima ex vice sindaco Lilia Di Giuseppe. E tutto il Pd cesanese, naturalmente.

Anche se siamo ancora nel periodo dell’Avvento e non in quello della Quaresima, il Pd ha pensato bene di far precedere l’incontro da un discorso di D’Avanzo e di Michele Tango per l’IdV. Il Sindaco ha, in sostanza, detto che lui ha fatto tutto molto bene e che avrebbe appoggiato chi tra i candidati avrebbe garantito continuità col suo brillante operato. Anche Tango ha parlato, ma non ha detto nulla.

A questo punto è iniziata la discussione. I due contendenti sono stati bravissimi, hanno espresso le loro opinioni in modo garbato e molto educato. Hanno evitato di azzuffarsi e di prendersi per i capelli, come invece il meccanismo delle primarie indurrebbe a fare. Le differenze di pensiero tra i due, che ci sono indubbiamente, vanno cercate con un raffronto tra le risposte date dall’uno e dall’altro. Per esempio, la prima domanda è stata relativa ai  servizi sociali. Bianco che ha citato per la prima volta gli oratorii (lo farà almeno altre tre volte nella serata), “penso che le famiglie, gli oratorii, i centri sociali debbano diventare il nuovo welfare. Il Comune deve attivare delle reti.” E ancora: “ Abbiamo già attivato lo Sportello delle opportunità… non mi impegno a ridurre le tariffe ma a lavorare coi genitori”. Il Negri: “a CB c’è una popolazione anziana, impoverita e multietica. Da qui si deve partire. Dobbiamo mantenere i livelli raggiunti, ma dovremo avere un nuovo modello di welfare. Occorre creare delle reti tra Comuni e le altre Istituzioni. Facciamo parte della città metropolitana. A CB ci sono almeno 2.500 famiglie che vivono in affitto. Il Comune deve occuparsi di loro mettendo in campo politiche attive con le proprietà. La presenza della Sacra Famiglia e della problematica della disabilità ci deve portare alla eliminazione delle barriere architettoniche e a rivedere i servizi di trasporto ai disabili”. Sul tema dello sviluppo del territorio e della cementificazione Negri è stato netto: “fermare la cementificazione di Cesano, per esempio per l’area di via Gobetti / Don Sturzo. Sviluppo e completamento del centro storico, nel senso di creare un’area verde tra la nuova piazza davanti la Sacra e il comune di via Pogliani. Trasporto pubblico da rivedere in tutta Cesano. Linea ferroviaria Milano-Mortara ancora poco usata dai cesanesi nonostante la fermata, che però non è collegata a nessun trasporto pubblico e nemmeno ha una biglietteria. Decoro urbano, inteso come strade senza le buche, marciapiedi a posto. Verde Pubblico.” Bianco: “sviluppo? C’è da capirsi. Il consumo di suolo a volte dipende anche da finalità pubbliche. Se costruisco una strada, consumo il suolo ma faccio una cosa che serve. Se non fai nulla non fai il tuo mestiere. E’ vero che ci sono case invendute a Cesano. Ma ci sono anche persone, giovani coppie, che cercano casa. Allora, se non si incontrano domanda e offerta, cambiamo le regole. Sul risparmio energetico abbiamo già fatto tanto, dobbiamo continuare. Ci sarà una CASA DELLA SOSTENIBILITA’.”

Questa è stata la parte iniziale della serata. Vi risparmio ulteriori dettagli in quanto credo che il programma dei due candidati sia facilmente reperibile in rete e comunque , temo, sarà recapitato ad ogni cesanese (nonché a tutti coloro che si siano iscritti al PD entro il giorno 11-11-2013 , anche se non cesanesi. E’ una norma del regolamento elettorale, non una battuta…).

COMMENTO

Chi scrive è sempre stato, a dir poco, scettico nei confronti dello strumento “Primarie”. Sinceramente il primo confronto non fa che confermare questa mia opinione. Non mi piacciono!

Ma, e lo dico al candidato Negri, se si decide di giocare a questo gioco allora occorre attaccare. Non nascondo la mia opinione: il punto di vista e le proposte di Negri sono quelle che mi convincono di più. Giovanni Bianco si presenta in perfetta continuità con le due amministrazioni D’Avanzo di cui ha fatto parte. E’ il giovane erede e continuatore di quella politica. Tanto è vero che il trio: Brembilla-D’Avanzo-Di Giuseppe lo sostiene convintamente. Poiché questo gruppo governa Cesano da tanti, troppi, anni, per cercare di scalzarlo occorre essere più aggressivi di così. Più chiari nel mostrare la propria volontà di discontinuità nella proposta politica e amministrativa. Dunque qualche critica alla amministrazione D’Avanzo deve essere esplicitata. C’è solo l’imbarazzo della scelta! Per esempio andrebbe chiesto al candidato Bianco cosa abbia fatto in questi ultimi 10 anni in cui è stato in amministrazione con D’Avanzo. Adesso propone la PARTECIPAZIONE? Ma era nei programmi di D’Avanzo da sempre. Come mai non è stata realizzata? E vogliamo parlare della piscina? Il comune avrà pure vinto la causa con la ditta che doveva costruirla, ma la piscina a Cesano non c’è! Chi ha sbagliato? Qualcuno dovrà assumersi la responsabilità, politica, di questo fallimento. Bianco, in giunta, che faceva? Solo due esempi, tra i tanti.

Un’altra cosa da rilevare è come il PD, al momento, non abbia alleati. Nemmeno la “Lista civica per D’Avanzo Sindaco” si è schierata con loro, anche se D’avanzo ha auspicato che ciò accada, con altro nome ovviamente. Molti probabilmente stanno aspettando di vedere chi tra i due candidati prevarrà alle primarie, che saranno di coalizione e quindi aperte anche a chi non è elettore del PD, prima di decidere le alleanze.

Le primarie saranno il giorno 26/01/2014. Ci saranno due seggi: in via Dante 3 per il centro e al Centro Anziani del q.re Tessera.

Matt 1

Questa voce è stata pubblicata in 2013, Consiglio Comunale, Primare PD 2014 Cesano Boscone e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...