Presentata alla stampa locale la prima giunta Negri.

In una veloce conferenza stampa, martedì 24 giugno 2014, il sindaco Simone Negri ha presentato la sua squadra di governo. Ecco i nomi e le aree di competenza:

Mara Rubichi 28 anni , consigliera uscente del PD, sarà vice-sindaco ed avrà la delega alle politiche sociali;

Fulvia Erasmi, 25 anni della lista civica, si occuperà di ambiente, beni comuni, giovani e sport;

Paola Ariis, non era candidata in nessuna lista in queste elezioni, 5 anni fa era candidata di Sinistra e Libertà: deleghe alla cultura, cittadinanza attiva e partecipazione.

Salvatore Gattuso, consigliere uscente per La Svolta e candidato nella lista civica, avrà la delega per : territorio, casa, attività produttive, commercio;

Giuseppe Ursino, consigliere uscente del PD non si è ricandidato in nessuna lista, delega al bilancio.

Il Sindaco terrà per sé, almeno adesso, le seguenti deleghe: urbanistica, Expò, legalità, educazione e istruzione.

Nel presentare la propria squadra il sindaco ha precisato di aver chiesto a tutte le persone interessate di dimettersi da eventuali incarichi, politici e associativi, sin qui ricoperti, per poter mettere a disposizione dell’attività amministrativa tutto il tempo necessario. Invito immediatamente raccolto.

Negri ha sottolineato come la squadra che propone sia “fresca e rinnovata”. Il lavoro che li aspetta è molto, e l’intenzione è quella di non deludere le molte aspettative che la sua elezione a sindaco ha generato.

In questa squadra, se comprendiamo anche il sindaco, i generi si equivalgono: tre donne e tre uomini. In particolare è da sottolineare la presenza di due donne ancora sotto i trenta anni di età, dunque molto giovani.

Il sindaco ha spiegato le ragioni che lo hanno indotto a scegliere proprio queste persone, per esempio di Paola Ariis, già vicepresidente dell’ANPI cesanese, ha sempre apprezzato la capacità di lavoro con le associazioni, Gattuso ha alle spalle una importante esperienza aziendale che è utile mettere a disposizione, Giuseppe Ursino, già assessore nella prima giunta D’Avanzo e poi ottimo consigliere (d’opposizione verrebbe da dire…) fino a poche settimane fa, porta una conoscenza della macchina comunale e una competenza professionale specifica. Ci sono in importanti scadenze all’orizzonte, rinnovo dei contratti relativi alla telefonia, al parco auto, ai computer .

Infine le due più giovani: Mara Rubichi e Fulvia Erasmi. Per loro il sindaco ha speso parole di grande apprezzamento. In particolare la recente campagna elettorale ha messo in luce le doti di capacità relazionali e organizzative nonché una spiccata sensibilità personale che hanno permesso loro di emergere e farsi notare. Il sindaco intende investire su di loro convinto che sapranno cavarsela egregiamente.

Infine, e questo vale per tutti, Negri ha dichiarato che nessuna delega è irrevocabile. Ogni anno ciascun assessore sarà “valutato” per quanto è riuscito a fare e, se il caso, sostituito.

Data la complessità del lavoro amministrativo, Negri prevede di affidare delle deleghe su argomenti specifici a singoli consiglieri. Inoltre sta pensando di affiancare gli assessori con dei consiglieri che avranno così il modo di conoscere più da vicino il funzionamento della macchina comunale e di aiutare gli assessori.

Occorre ricordare, ha aggiunto Negri, che anche il consiglio comunale vedrà la presenza di molti consiglieri giovani.

COMMENTO.

Chi, come noi, voleva il cambiamento a Cesano è stato accontentato ! Cambiamento c’è stato .

A parte l’assessore Ursino, gli altri componenti della Giunta son tutti nuovi di pacca. Ci sono tre donne e due giovanissime (politicamente parlando).

Quindi è un bell’esordio.

Comandare significa scegliere. Se si potesse dire di si a tutti, problemi non ce ne sarebbero. Invece comandare significa saper dire dei no. Immaginiamo che in questo momento a Cesano ci siano persone insoddisfatte. Persone che, palesemente o meno, speravano di essere chiamate dal sindaco o che si sono fatte avanti e si sono sentite rispondere di no.

E’ ovvio che ciò accada, succede sempre. Come è ovvio che, non potendo accontentare tutti, chi si trova nella posizione di scegliere, sia costretto a scontentare qualcuno.

 

Dal nostro punto di vista quello che ci premeva ottenere si è già visto: il cambiamento delle persone c’è stato.

Certo questo è solo un primo passo. Adesso vogliamo sperare che queste persone si mettano a lavorare e che facciano le scelte giuste. Speriamo che si crei, all’interno della giunta, un buon spirito di quadra, che consenta loro di lavorare e collaborare positivamente.

Per noi, quali che siano state le ragioni ultime che hanno portato il sindaco a scegliere Tizio piuttosto che Caio, quello che importa veramente è vedere i risultati. Risultati la cui responsabilità ricadrà tutta, è lo stesso meccanismo elettorale che porta a ciò, sulla figura del sindaco.

Che avrà dunque il dovere di intervenire, e subito, se si accorgesse che le cose non vanno nel verso giusto.

Squadra nuova, tanti giovani presenti a iniziare dal Sindaco, tanta voglia di fare e l’ambizione di fare bene. Forse difetterà l’esperienza ma quella se la faranno sul campo, che è l’unico posto dove la si possa fare.

A noi cittadini il compito di avere un poco di pazienza nel pretendere i risultati.

Ma solo un poco.

 

Matt 1

Questa voce è stata pubblicata in 2014, Elezioni comunali 2014 e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...