Diritti sociali vs diritti civili ?

Ricordo il 1974. Le gerarchie cattoliche vollero ad ogni costo il referendum per abrogare la legge che istituiva il divorzio. Fu una battaglia furibonda, ci fu chi, Fanfani, arrivò a dire che col divorzio i mariti sarebbero scappati di casa per fuggire con un altro uomo… o cose del genere.

Gli italiani votarono contro l’abrogazione della legge e la cosa venne vista come una grave sconfitta della Chiesa, della DC e delle destre e, specularmente, una grande vittoria della sinistra.

Solo una voce si levò per dirci che le cose non stavano proprio così. Pier Paolo Pasolini disse che non era questa l’interpretazione giusta da dare . Aveva vinto la società dei consumi, ci spiegò, aveva vinto il modello statunitense di società altro che la sinistra. Più o meno espresse questo concetto.

Mi è tornato alla memoria questo episodio in questi giorni quando su due temi importanti l’atteggiamento dei mass media e di diversi partiti è cambiato. Mi riferisco ai matrimoni omosessuali ed alla legalizzazione della canapa indiana. In diversi stati USA si è arrivati alla legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso, in altri ci si sta avviando alla legalizzazione della marijuana. Ovviamente nemmeno lì questa cosa è pacifica, ci sono forze politiche e sociali che combattono accanitamente contro. Ma certamente un muro è stato sfondato. La pubblicità e il mondo dello spettacolo si sono già adeguati: ormai non si contano più gli spot con chiari riferimenti alle coppie dello stesso sesso o l’esibizione di baci tra donne (sempre rigorosamente giovani e belle).

Su questi due temi in particolare ci sono forze e persone in Italia che da oltre 40 anni erano approdate a questo tipo di posizioni. Mi riferisco a quella che allora si chiamava “sinistra rivoluzionaria” (per la stampa era la “sinistra extraparlamentare”), e il Partito Radicale di Pannella.

Quindi dovrei essere contento che finalmente, dopo tutti questi anni, quello che sosteneva una minoranza, di cui facevo parte, stia diventando opinione comune. O no ?

No! perché non sono le nostre idee di allora che convincono e si impongono ma è il cambiamento di opinioni di una parte della politica statunitense che sta sbloccando questa situazione.

Negli USA, ma anche in Inghilterra, non sempre è il Partito Democratico a introdurre queste novità, ma esponenti di primo piano del Partito Repubblicano e/o Conservatore.

Ancora una volta dunque sono gli USA, il paese guida dell’occidente, a dare il via ai cambiamenti di costume nel resto dell’occidente.

Intendiamoci, io sono d’accordo : sono per la legalizzazione di tutte le droghe (innanzi tutto come misura per combattere le mafie e i lauti guadagni che fanno) e per la regolarizzazione di tutti i tipi di unione tra le persone, quale che sia il sesso.

Però questo non è, come nel caso del divorzio, spiegabile semplicemente come un avanzamento della sinistra. Sui diritti civili, lo ricordava bene Bertinotti recentemente, le sinistre sono state storicamente superate dai liberali.

E’ invece nel campo dei diritti sociali e dell’eguaglianza economica che la sinistra italiana ed europea ha sempre trovato il suo terreno più fertile.

Ecco perché togliere, per fare un esempio, l’articolo 18 che difende la dignità dei lavoratori nelle aziende, stravolgendo il diritto del lavoro così duramente conquistato in anni passati, e promettere una qualche legge che regolamenti le unioni omosessuali (sempre che si riesca a fare in un paese dove il peso dei vescovi cattolici è così forte sui politici) non dimostra affatto che il PD sia un partito di sinistra.

Anzi, a ben vedere, dimostra proprio il contrario.

Matt 1                         15 ottobre 2014

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Da leggere. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...