Consiglio Comunale del 18 maggio 2015 Cesano Boscone

Una tranquilla serata di consiglio comunale quella del 18 maggio 2015.
Per cominciare due comunicazioni del sindaco, una sull’accertamento di bilancio ed una sulle società partecipate. Le partecipazioni che abbiamo in vita non sono tante, possediamo il 44,8 % della società SCC che si occupa di gestire i due cimiteri cesanesi, la maggioranza della quota è in mano alla CMB, una cooperativa ex-rossa. Possediamo il 10% di AREA SUD la società che si occupa della raccolta dei rifiuti e della pulizia di Cesano da cui l’amministrazione Negri ha deciso di uscire per manifestata insoddisfazione. Poi altre due partecipazioni microscopiche, una in CAP HOLDING che si occupa della distribuzione dell’acqua potabile.

Una terza comunicazione del Sindaco a proposito della decisione di inviare una lettera alla Regione Lombardia ed al Ministero dell’Ambiente di Roma per far conoscere la contrarietà dell’amministrazione cesanese alla decisione di far scavare un pozzo ad una società inglese (tale Apennine Energy )  edificando allo scopo una torre di oltre 60 metri, per la ricerca di idrocarburi in quel di Zibido San Giacomo. L’originaria mozione del Movimento 5 Stelle prevedeva un impegno più cogente dell’amministrazione in opposizione a questa iniziativa, ma, è stato spiegato, il nostro comune non può ritenersi direttamente danneggiato dall’iniziativa dell’Eni e quindi l’unica possibilità è quella di far valere l’appartenenza al Parco Sud di Cesano e Zibido.
E’ stata quindi votata una mozione presentata da Marco Pozza del PD a proposito della necessità di avviare, regolamentandolo, un percorso di bilancio partecipativo . Dopo un chiarimento con il consigliere Raimondo del Fratelli d’Italia sulla necessità di farlo riducendo l’impatto economico è stata votata da tutti.
Quindi si è venuti ad una interrogazione di Raimondo sugli affidamenti diretti. La legge consente all’amministrazione di procedere all’assegnazione di lavori necessari scegliendo direttamente l’esecutore dell’opera quando l’importo dell’opera stessa sia inferiore a 40.000 euro. Raimondo proponeva di abbassare questo limite a 20.000 euro. L’Amministrazione ha risposto dicendo di averlo già abbassato a 15.000 euro. Oltre questa cifra si và ad un bando di gara, con qualche problema per gli uffici, che si vedono “ingessati” nella loro azione ma con maggior trasparenza per tutti. Inoltre queste scelte implicheranno un maggior processo di informatizzazione delle gare stesse ed è prevista una rotazione obbligatoria di alcuni dirigenti interni e alcuni consulenti esterni. Sempre al fine di garantire la massima trasparenza possibile.
Si quindi parlato di una interrogazione del Movimento 5 Stelle sull’albo delle associazioni, finalizzato ad ottenere maggior chiarezza nell’assegnazione di spazi e risorse economiche e impedire, come diceva il consigliere Insinsola, che le associazioni cesanesi divengano uno strumento per la creazione di consenso nei confronti dell’amministrazione.
A questo proposito, a proposito cioè delle associazioni cesanesi (notizia a latere del consiglio comunale) sembra, pare, si dice che le associazioni cesanesi interpellate a proposito della loro disponibilità ad impegnarsi nella prossima festa patronale, o non abbiano ancora dato alcuna risposta o si siano impegnate a fare il poco che facevano nelle passate edizioni. Non pare che queste prime risposte siano di particolare gradimento per chi è impegnato nella preparazione della festa e si spera quindi che l’atteggiamento delle associazioni cambi nel senso di una maggiore disponibilità. Chiusa parentesi.
Poi è stata votata una mozione presentata dal consigliere Cella di CesanoCambia, che prevede il censimento delle abilità e delle competenze dei cesanesi al fine di metterle a disposizione della comunità. Dopo una breve discussione la mozione è stata votata all’unanimità. Non siamo in grado di dire di più su questa proposta perché non abbiamo capito molto bene come dovrebbe funzionare. Ma il consigliere Cella è persona seria e preparata e quindi, ne siamo certi, tutto sarà più chiaro poi.
Infine è stata votata la partecipazione di Cesano Boscone ad un consorzio intercomunale sui trasporti. In pratica questo consorzio si occupa della linea ferroviaria S9 (già Milano – Mortara) e dovrebbe porsi l’obbiettivo di fare di tutto per favorire lo sviluppo del trasporto su ferrovia. Del consorzio fanno parte ben 17 comuni, tra i quali figura quello di Mortara. Curiosamente però non è, al momento, presente quello di Corsico. Vai a capire il perchè . . .
Matt 1 Cesano Boscone 19 maggio 2015
Questa voce è stata pubblicata in Consiglio Comunale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...