C’è baruffa nell’aria a Cesano Boscone . . . ?

C’è baruffa nell’aria di Cesano Boscone. Almeno dalle parti di Villa Marazzi. Ho letto post infuocati in Facebook dei due capigruppo di maggioranza. Uno se la prende con una sindacalista che, a suo dire, strumentalizza i fatti e spaventa le persone. L’altro con una opposizione che si comporta male, al punto da rendere vano qualsiasi, seppur ideale, desiderio di lavoro in comune.

Non ero presente alla commissione sociale che ieri ha riaffrontato il caso degli asili nido, caso dovuto alla pessima scelta di sindaco e maggioranza di esternalizzare il servizio e il relativo personale. Il tema è delicato, complesso ed intricato. La scelta andava discussa prima, nelle opportune sedi compresa quella politica, meditata meglio, pensata e ripensata. E non in beata solitudine, ma con un serrato confronto con tutti gli attori coinvolti, a cominciare dalle operatrici. Adesso, la discussione da bar, i toni polemici fini a se stessi servono davvero a poco. Anzi, sono utili sono a chi pensa che da questa strada non si debba deviare. Meglio evitare quindi. Ma qui ci sono 16 persone, e relative famiglie, che sono state tradite (lo si può dire, vero…?) . Avevano fatto un patto con la pubblica amministrazione, vinto un concorso. E una giunta, che ama pensarsi “di sinistra” le ha prese, impacchettate e messe su un barcone. Per affidarle al mare magnum del privato sociale… Che lottino, con le unghie e con i denti per evitarlo è del tutto legittimo, anzi, doveroso. Come è giusto esprimere loro tutta la nostra solidarietà umana e politica. E, viceversa, tutto il nostro disappunto va al sindaco e alla sua maggioranza. Quando li abbiamo appoggiati in campagna elettorale e poi votati non gli avevamo certo affidato questa “mission”.

Leggendo un’intervista ci è venuto perfino il dubbio che questa operazione sia finalizzata anche a presentarsi come “il sindaco che ha abbassato la pressione fiscale a Cesano”.

Sul funzionamento del consiglio comunale poi …

Noi quei lavori li seguiamo attentamente dal 2004. In questi anni quasi nessuno tra coloro che oggi è consigliere ha assistito a quelle riunioni. Lo fossero stati avrebbero potuto osservare quello che succedeva. Per esempio, e merita di essere ricordato, i secondi cinque anni dell’amministrazione D’Avanzo sono stati caratterizzati da una tensione continua all’interno del gruppo consiliare del PD. Ogni volta, ogni volta, ogni volta (e lo ripeto ancora: ogni volta) che il consiglio veniva convocato e doveva votare il povero sindaco di allora non sapeva mai con esattezza cosa sarebbe successo. Quali discorsi sarebbero stati fatti in aula, quali votazioni . E questo sopratutto grazie a tre consiglieri del PD. Due erano ex assessori della precedente giunta D’Avanzo, da questi non riconfermati. Uno era il giovane capogruppo neo eletto: Simone Negri. Chi scrive trovava molto divertente questa situazione, che finalmente dava un po’ di pepe a delle riunioni altrimenti noiosissime. Probabile che D’Avanzo, i suoi assessori e il resto di quella maggioranza, non la pensassero esattamente così.

Chi ha voglia di leggersi le cronache di quei consigli, su questo blog le può ancora trovare.

Oggi dunque, almeno fino ad oggi, chi amministra Cesano non ha proprio di che lamentarsi: una maggioranza coesa, un sindaco decisionista, un opposizione inconcludente. Di che si lamentano dunque? Se hanno del filo, che tessano !

A loro, loro della maggioranza dico, non potrebbe andare meglio.

Al paese di Cesano Boscone invece . . .

Walter Zucchelli 21 aprile 2016

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Consiglio Comunale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...