Una proposta per la gestione degli asili-nido di Cesano Boscone

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, questo testo dalla associazione Bologna-Nidi e il comitato territoriale Genitori Pubblica-Mente.

Esternalizzazione servizio asili nido di Cesano Boscone. Gli asili nido pubblici di Cesano, “Coccinella” e “Montessori”, unitamente a tutto il personale comunale educativo attualmente in sevizio in queste strutture, verranno dati in gestione ad ente privato. La scelta è stata presa da un’ amministrazione che per affrontare questa delicata nonché spinosa questione della gestione dei nidi ha scelto di non coinvolgere, di non confrontarsi, nè con il personale educativo né tanto meno con i genitori degli attuali usufruitori del servizio in questione (figuriamoci i genitori dei bambini che attendono il loro inserimento al nido per il mese di settembre).
Ora, di fronte ad un’amministrazione così sicura della propria scelta e  così concentrata sulla propria corsa verso l’esternalizzazione, ai genitori cosa resta da fare? Parlandoci con sincerità e concretezza, rispetto alla tutela della qualità del servizio asili nido e delle lavoratrici che questo servizio lo hanno servito con devozione per anni, affidare il timone dell’intera flotta ad un ente privato non fa sentire i  genitori proprio in una botte di ferro.
L’amministrazione potrà confezionare il miglior bando della storia per l’assegnazione di questo servizio e potrà partorire assieme ai sindacati le migliori garanzie a livello contrattuale ma tutto ciò, quando a manovrare il timone è un altro, rischia di rimanere solo sulla carta.
Per questo, senza più perdere tempo girando attorno alla solita favola della continuità educativa (d’accordo, il posto delle educatrici verrà mantenuto…”in qualche modo”) e dei requisiti stringenti richiesti agli enti privati partecipanti al bando per la concessione, un gruppo di genitori del territorio, costituitosi come comitato territoriale Genitori Pubblica-Mente, assieme all’associazione  Bologna Nidi, che da tempo si occupa a livello nazionale di tutela e avanguardia dei servizi prima infanzia, ha avanzato all’amministrazione una proposta con la quale fare i conti un pò più serenamente e concretamente con questa scelta non condivisa.
Due parole su Bologna Nidi:
è un’associazione nazionale che dal 2011  si occupa di tutela e avanguardia dei servizi prima infanzia (potete scaricare il nostro statuto)  leggi qui …
I consiglieri dell’associazione: il Professor Cristiano Gori docente di Scienze Politiche alla Cattolica di Milano, la Professoressa Silvia Nicodemo dell’università di scienze giuridiche di Bologna, la dottoressa Costanza Staraci esperta in materie pedagogiche, la giornalista Francesca Mozzi ed esperta in comunicazione e la presidente Laura Branca giornalista esperta in politiche ed economia dedicata all’infanzia.
Due parole su Genitori Pubblica-Mente:
si tratta di un comitato territoriale che si confronta e si impegna a favore della tutela del servizio pubblico asili nidi, con uno sguardo globale sui servizi che sul territorio cesanese si preoccupano di rispondere alle esigenze legate alla fascia prima infanzia. L’esigenza di costituirsi come comitato  nasce dalla mancanza all’interno dell’asilo Coccinella di un gruppo di genitori referenti; una mancanza rispetto alla quale non è stata trovata con l’amministrazione alcuna soluzione (problemi di ordine burocratico a quanto pare irrisolvibili). Nato nel 2015 per iniziativa di alcuni genitori dell’asilo nido Coccinella, oggi il comitato ha assunto un carattere maggiormente territoriale registrando fra i suoi componenti non solo genitori di entrambe gli asili nidi del territorio ma anche cesanesi che, in quanto cittadini, hanno a cuore e si interessano dei servizi prima infanzia.
Quale proposta?
Si tratta della richiesta di istituire un organo partecipativo di verifica della qualità dei nidi d’infanzia a garanzia della qualità educativa e della tutela dei diritti dei lavoratori. Rispetto a tale richiesta è stata presentato all’amministrazione una bozza di regolamento dell’organo in questione, elaborata con il sostegno di un legale ed di alcuni esperti del settore prima infanzia messi a disposizione del sopracitato comitato dall’associazione Bologna Nidi.
In che modo è stata presentata?
La richiesta è stata presentata a sindaco e vice sindaco in occasione dell’assemblea pubblica di marzo riguardante il tema nidi, poi protocollata e inviata a sindaco, vice sindaco, ufficio tecnico e a tutti i consiglieri capi gruppo (in data 5 aprile) e infine ripresentata durante l’ultima commissione sociale (20 aprile), tramite il consigliere Insinsola. Rispetto a tale proposta abbiamo richiesto innanzitutto un confronto faccia a faccia per meglio condividerne finalità e modalità.
E le risposte?
Nessuna risposta ufficiale, nessun incontro, nessun dialogo diretto con il comitato Genitori Pubblica-Mente nè con la rappresentanza territoriale di Bologna-Nidi a Cesano Boscone.
Molta confusione sul senso di questa proposta considerata ridondante rispetto all’esistenza di un gruppo di rappresentanti dei genitori già esistente “d’ufficio” (commenti emersi in commissione sociale).  Dubbi e perplessità si possono chiarire solo con un confronto faccia a faccia ma non è stato concesso nessun incontro; in verità, volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, non è stato neanche  mai negato un incontro (dato che nessuno si è preso la briga di fornire alcuna risposta).Perchè questa proposta?
Bologna Nidi e il comitato Genitori Pubblica-Mente ritengono sia impostante che nel bando venga fatto presente al soggetto privato che andrà a gestire i nidi, di accogliere e far istituire un organo partecipativo composto da: un rappresentante dei lavoratori eletto secondo votazione dagli stessi lavoratori, un rappresentante dei genitori sempre eletto tra i genitori e da associzioni che ne facciano richiesta avendo competenze nel campo servizi prima infanzia. (Nella sinergia fra questi elementi risiede già una prima differenza con l’attuale gruppo dei rappresentanti dei genitori, le altre le si possono riscontrare mettendo a confronto l’attuale regolamento del comitato genitori e quello che viene qui proposto come organo di controllo)
Poiché riteniamo che per un dialogo costruttivo non sia mai troppo tardi, di seguito i contatti di Bologna Nidi e del comitato Genitori pubblica-Mente.
Confidando  nel fatto che questa proposta possa prendere voce.
www.bolognaNidi.it
genitori.pubblicamente@gmail.com
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ASILI-NIDO, Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...