Bilancio consuntivo 2015

Stranamente il bilancio consuntivo 2015, cioè il rendiconto delle entrate e delle uscite per il Comune di Cesano Boscone relativo allo scorso anno, è stato discusso la sera del 10 maggio 2016. La stranezza è che la sera del 26 aprile era stato discusso, e approvato dalla maggioranza, il bilancio di previsione 2016.  Non dovrebbe essere il contrario ?
Il bilancio, che sia di previsione o un consuntivo può essere letto e discusso come un documento politico, quello che l’amministrazione ha fatto o non ha fatto, oppure può diventare il “festival del ragioniere”. L’occasione d’oro per questa categoria, spesso bistrattata, per farsi notare a colpi di: entrate, uscite, saldi, accertamenti, rapporti, crediti, debiti, esigibilità e compagnia bella…
Purtroppo, persistendo a Cesano Boscone la pessima abitudine di non rendere pubblici, tramite il sito internet, i documenti in discussione nel consiglio comunale, diventa difficilissimo per chi voglia seguire i lavori cogliere con certezza tutte le cifre citate (o contestate).
Prendete quindi questa cronaca, come sempre del resto, con la dovuta cautela.

Illustra dunque l’argomento l’assessore Ursino.
Quello 2015 è il primo bilancio interamente ascrivibile alla Giunta Negri, in carica dal mese di giugno 2014. Fortuna ha voluto che nel frattempo siano cambiate alcune regole per cui alcuni fondi, prima vincolati, si sono resi disponibili.
Il bilancio ha 19 milioni di euro di spese correnti, di cui 1.500.000 in conto capitale. 9.200.000 euro sono spesi per acquistare beni e servizi, 4.100.000 vengono spesi per il personale comunale, 1.689.000 sono state spesi nel 2015 per liquidare la tristissima faccenda della piscina.
Alla fine ci si trova con 5.463.000 euro di avanzo di gestione. In realtà però questa cifra è composta da 80.000 euro e 1.200.000 di avanzo in conto capitale. Questi soldi, 1.280.000 con l’aggiunta di quelli che provverranno dall’accensione di un nuovo mutuo, costituiscono la somma che verrà investita nel 2016, lire 2.200.000 euro circa.
Ci sono poi 3.350.000 di euro che vengono bloccati a bilancio, cioè non verranno spesi, perché costituiscono la garanzia per i crediti che risulteranno inesigibili.
Per esempio, per la refezione scolastica (cioè il costo dei pasti consumati dai bambini delle scuole elementari) ci sono 900.000 euro non ancora riscossi. Cifra che si riferisce al periodo 2012-2015.
A questo proposito l’assessore Ursino ha puntualizzato che prossimamente verrà portato in discussione un Regolamento sulla refezione scolastica che prevederà un inasprimento sostanzioso della sanzioni nei confronti di chi non paga.
(A questo proposito ci permettiamo di far notare che, prima di invocare inasprimenti di sanzioni agli inadempienti, forse sarebbe molto utile fare un’indagine per capire come mai ci sia una cifra così elevata non ancora riscossa. Anche perché se, poniamo il caso, una famiglia non ha pagato per gravi difficoltà economiche sanzionarla duramente non ha molto senso. Se uno non ha i soldi per pagare i pasti di suo figlio nemmeno li avrà per pagare la relativa sanzione. Inoltre viene da chiedersi cosa abbia fatto, nel 2012-13-14, l’assessore in carica allora, per impedire il formarsi di questa situazione).
Ursino conclude il proprio intervento informando che, per quanto riguarda l’IMU, siamo rientrati dalle criticità degli anni precedenti. Abbiamo fatto gli accertamenti, dice, e applicato le sanzioni. Palladium per esempio doveva pagare 1.100.000 euro di IMU, con le sanzioni ha pagato 1.500.000 .
Primerano, capogruppo della lista civica, è soddisfatto. E’ stato rispettato il patto di stabilità. 700.000 euro sono entrati in cassa dall’Auchan, che nel 2015 aveva minacciato la chiusura. La spesa sociale è aumentata passando da 2.366.000 del 2014 a 2.977.000 del 2015.
Raimondo, Fratelli d’Italia, ha per prima cosa ringraziato le educatrici degli asili nido, presenti anche questa sera in modo molto visibile grazie alla maglietta indossata da tutte. Da segnalare che, a inizio serata, erano anche le uniche persone presenti tra il pubblico.
Nulla o pochissimo è cambiato, ha poi proseguito Raimondo, basta girare per le strade. I primi a lamentarsi sono i vostri elettori (rivolto alla giunta). Sulla questione asili-nido avete perso Sinistra Unita e un pezzo del PD. Brembilla, Di Giuseppe, D’Avanzo, gli ex amministratori non la pensano come voi. Per non parlare dello scontro, lo scorso autunno, con l’ex sindaco D’Avanzo sul caso piscina. Il vostro tratto distintivo è l’arroganza. Avete scontentato le associazioni, le società sportive.
Cella, CesanoCambia. Il bicchiere può essere visto come mezzo pieno o mezzo vuoto. Mezzo pieno: il consigliere Paladini sta emergendo grazie alle sue capacità. Siamo sopravvissuti al patto di stabilità. C’è stato un allentamento dei vincoli e qualche trasferimento di soldi in più.
Mezzo vuoto: la pressione fiscale non è diminuita. I Mutui sono stati prorogati con un aumento degli interessi da pagare. C’è un mutuo nascosto di 1.700.000 .
La piscina: è stata valutato in 2.000.000 di euro il valore di quanto è stato costruito. Ogni giorno di ritardo nel decidere cosa farne degrada il valore dell’opera.
Sarebbe stato molto utile avere fatto un censimento delle competenze dei cittadini cesanesi.
Aver litigato con gli oratori per il basket, ha poi portato a qualcosa di positivo?
Il consigliere Cella ha poi affrontato un tema che ha molto innervosito il Presidente del Consiglio e la Segretaria Generale: la gara per l’appalto dei rifiuti.
Ha detto Cella: sulla questione rifiuti ci avevate chiesto carta bianca e l’avete ottenuta. Ma la gara ha avuto un solo concorrente…uno solo. Abbiamo avuto un risparmio, quanto? Dobbiamo aspettarci la stessa cosa per altri bandi come gli asili ? Ma il bando dove c’è un solo concorrente è valido?
A questo punto è intervenuto il presidente del consiglio mettendo in guardia Cella: “il filo è sottile”.
Ha quindo dato la parola alla Segretaria Generale che ha ricordato come sette aziende si erano interessate, ma solo una aveva poi partecipato al bando. Siccome rispondeva a tutti i requisiti richiesti è stata accettata.
Ha quindo ripreso la parola Cella: sul regolamento delle associazioni avete preso in giro il Movimento 5 Stelle per i tanti emendamenti presentati. Ma il regolamento è stato presentato già finito, scritto solo da voi.
La questione degli asili-nido ha creato un fossato tra di noi . Ma…nel 2016 avete scoperto il problema? Lo sapevate già dal 2015. Dunque l’urgenza di fare da soli è perché l’avevate dimenticato ieri. Ma poi, volete sempre fare da soli.
Invece dovevate affrontare la questione a viso aperto.
Paladini del PD, la soluzione del caso piscina e aver incassato l’IMU arretrato della Palladium sono le due notizie positive di questo bilancio. Ora siamo più tranquilli. Certo abbiamo 9.800.000 di residui attivi che sono la massima criticità che abbiamo. Lo dicono pure i Revisori dei Conti.
Insinsola, Movimento 5 Stelle: il rendiconto è un momento triste per le occasioni mancate nel 2015. Pare che il bilancio si discuta in ritardo per aspettare di incassare da Palladium, in marzo.
Cesano è a trazione d’imposta. La spesa è rimasta immutata. La pressione tributaria e extra tributaria è in aumento. Nel 2015 c’era la TASI calcolata sulle rendite catastali.
Borrelli, ha espresso tutto il suo apprezzamento ed entusiasmo per la bontà di questa amministrazione.
Ha quindi ripreso la parola l’assessore Ursino per alcune repliche: nel 2015 la pressione fiscale non è aumentata. Ci sono a bilancio 950.000 di accertamenti per evasione e questo tira su la media.
La spesa per i dipendenti è del 20% del bilancio. Se Insinsola dice che è un indice negativo, cosa propone…?
Dobbiamo pianificare meglio le entrate visto che abbiamo tempi più stretti per i pagamenti. Ma noi dipendiamo dai trasferimenti erariali.
Quindi Ursino ha aggiunto un frase che ha lasciato qualche perplessità:
Nei prossimi anni serviranno 3 o 4 milioni di euro per investimenti (in aggiunta ai 2 previsti per il 2016) . Unica possibile fonte di entrata è il PGT. Ursino dixit.
Diciamo noi: cosa significa dire che l’unica fonte di entrata è il Piano di Governo del Territorio? Che si vuole riprendere a cedere territorio per farlo edificare? Non è previsto nel programma elettorale. Ma, del resto, nemmeno era prevista la privatizzazione degli asili-nido. Attenzione…
Guastafierro, Cesano2020: se la spesa sociale aumenta io mi preoccupo. Cosa significa? Che c’è una povertà diffusa. Non dipende da Cesano.
Quando si fanno gare di appalto al ribasso, senza guardare il progetto e la qualità, o i soggetti non si presentano o si accettano servizi minori. Si fa della macelleria sociale.
Se uno non riesce a pagare la mensa scolastica, c’è un problema. Si è indagato sul perché ?
Occorre cambiare la politica nazionale, e il PD locale dovrebbe chiederlo.
Bando rifiuti: ci siamo opposti in commissione. Abbiamo chiesto: cosa è successo? Perché c’è un solo concorrente? Ve lo siete chiesto? NO è la risposta. Come mai a Corsico si sono presentati in 12 ? La base d’asta è stata di 2.300.000 cioè 700.000 euro in meno di prima.
Interviene Ursino: No costa lo stesso. Con i servizi complementari in più.
All’Auchan, conclude Guastafierro, 80 lavoratori sono stati costretti ad andare via e qualcuno è in difficoltà.
E’ poi intervenuto il capogruppo PD Pozza, ma non siamo in grado di riportare il suo intervento.
Ha infine preso la parola il nostro sindaco il sindaco di Cesano Boscone , a conclusione di questa discussione.
Le educatrici dei nidi a questo punto si alzano ed escono, in evidente, silenziosa e civilissima contestazione dell’operato di questo sindaco.
Il quale, indifferente, elenca le cose fatte nel 2015: abbiamo asfaltato tratti importanti di via Roma, don Sturzo, dei Mandorli, Pascoli, Verdi, Libertà. Kolbe, Pasubio.
Abbiamo rifatto le facciate e gli infissi della scuole di via Kennedy, in occasione del cinquantenario della scuola. Abbiamo rifatto le segnaletiche orizzontali (cioè le strisce per terra…).
Abbiamo messo a bando la ginnastica per anziani. C’è stata una raccolta di firme, 250, contro questa scelta. Adesso c’è stato il record d’iscrizioni e sono tutti contenti.
La nostra politica sulla casa ha permesso a circa 60 famiglie di rimanere nelle loro case. Abbiamo risistemato le palestre e ridotto le tariffe del 40 %.
C’è adesso una nuova squadra di basket con 80 iscritti e una retta di 160 euro.
Abbiamo aperto un aula di musica nella scuola di via Bramante.
Quello che è avvenuto con l’IMU è una grande soddisfazione: nel 2012 entravano 3.700.000 euro. Nel 2015 sono entrati 4.400.000 .
Il regolamento ha permesso di rateizzare i pagamenti.
Avevamo un saldo obbiettivo previsto dal patto di stabilità di 33.000 euro. Quello effettivo è stato di 1.343.000. Soldi entrati in cassa negli ultimi giorni del 2015 e che perciò saranno usati nel 2016.
Ovviamente il bilancio è stato votato dalla sola maggioranza.
In apertura di serata era stata discussa la questione del centro giovani di via Trento, fermo da ormai due anni. L’interpellanza è stata presentata dal consigliere Raimondo, fratelli d’Italia, che chiedeva come mai, data l’inutilizzazione dello spazio l’amministrazione non cerchi un accordo con AFOL, un ente intercomunale di cui facciamo parte.
L’assessora Erasmi ha risposto che AFOL si occupa di centri giovani, età 12-18, mentre l’idea su via Trento è quella di rivolgersi alla fascia 18-30.
Verrà costituita una Consulta giovanile a Cesano e tutti i giovani saranno contattati tramite lettera dall’amministrazione. Noi per quella struttura vediamo un futuro, ha detto Erasmi, e non abbiamo ancora deciso come assegnarla. Ad ogni modo la struttura è in ordine e la prossima estate il centro sarà comunque aperto, anche provvisoriamente, e la prima certa iniziativa potrà essere la visione dei Campionati Europei di calcio…
Bè, ci permettiamo un commento conclusivo: vista la battaglia furibonda che ci fu all’interno del PD cesanese tra l’allora assessora Di Giuseppe e l’allora capogruppo del PD, Simone Negri, a proposito del destino della struttura di via Trento possiamo dire che ci aspettavamo qualche idea più convincente?

 

Walter Zucchelli, 11 maggio 2016

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 2016, Consiglio Comunale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...