Non si discute del caso Negri in consiglio comunale.

Che sarebbe stata una serata “calda” era prevedibile. Troppo fresco è il post del Sindaco Simone Negri sul caso dei marò. Che il consigliere Raimondo avrebbe presentato un’interrogazione su quel post, che ha fatto il giro d’Italia tra nuovi e vecchi media raccogliendo quasi solo critiche, era non solo prevedibile ma previsto perché lo aveva annunciato lo stesso consigliere su Facebook. L’unica, ipotetica, incertezza riguardava la possibilità che l’interrogazione fosse accolta con conseguente discussione consiliare e, ovviamente, almeno una mezz’ora di penitenza per lo sprovveduto sindaco di Cesano. Ma io avrei scommesso su un diniego a questa discussione, diniego ovviamente in punta di regolamento, con conseguente caos in aula. E avrei vinto la scommessa.
Quando sono arrivato a Villa Marazzi erano appena passate le 21. L’aula era piena di persone, per lo più sconosciute. Probabilmente erano venuti i militanti dei Fratelli d’Italia dei comuni vicini. Ma anche il PD aveva i propri “rinforzi” presenti in aula. Prima fila occupata, come le volte precedenti, dalle operatrici degli asili-nido comunali ben visibili con le loro magliette gialle. Ma quanto accaduto dopo ha tolto loro visibilità. Era in corso in quel momento una accesa discussione. Il capogruppo del PD, Marco Pozza, stava leggendo il regolamento comunale. Il Presidente del Consiglio, Giovanni Bianco voleva sapere se l’interrogazione avesse o meno carattere amministrativo, il consigliere Raimondo si appellava ad una analoga situazione precedente in cui il permesso gli era stato concesso (ed era la volta in cui il Sindaco apostrofò pesantemente la sindacalista che assiste le lavoratrici dei nidi prima di entrare in consiglio comunale). Consiglio sospeso e convocazione di tutti i capogruppo in un aula appartata.

Rumoreggiamenti e urla dalla folla che sostiene i FdI verso il capogruppo del PD.
Non sappiamo cosa sia successo in quella riunione, fatto sta che la situazione precipita definitivamente. Il consigliere Raimondo recupera un microfono e comincia ad arringare il pubblico, parte del quale esibisce dei fogli con delle scritte (che non sono riuscito a leggere). Raimondo dispiega un manifesto con le foto dei due soldati. Rientrano in aula tutti i capogruppo e il Presidente del Consiglio, ridata ai microfoni la corrente (era stata tolta mentre parlava Raimondo) ordina al pubblico di sgomberare l’aula. Grida di protesta di parte del pubblico mentre l’aula si svuota. Nel cortile Raimondo continua a parlare e propone di andare in corteo fino al palazzo comunale e affiggere il manifesto esibito prima. Tutto il gruppo di persone, immagino appartenente ai Fratelli d’Italia, abbandona Villa Marazzi recandosi in municipio.
Questi i fatti. Che non necessitano di un commento.
Dopo qualche minuto la riunione consiliare riprende, senza il consigliere Raimondo, e si passa all’ordine del giorno.
Questo consiste in una piccola variazione di bilancio. Da segnalare, positivamente a mio parere, che non sono stati dati, dalla Regione Lombardia, i 30 mila euro da spendere per installare delle telecamere . Anzi, tutto il capitolo video sorveglianza è stato cancellato, ha detto l’assessore Ursino.
Ma l’amministrazione si impegna a realizzarlo lo stesso, ha specificato lo stesso assessore.
Altri due punti in discussione e votazione, lo schema per una convenzione intercomunale per la SAD (servizio assistenza domiciliare per anziani) e progetto tutela minori.
Qui le novità sono queste: per i due servizi si convenzionano i sei comuni della ASL 1 . In questo modo si spera di ottenere servizi migliori ed economie di scala.
Per il progetto SAD il comune capofila sarà Trezzano. Per il progetto Tutela Minori il capofila sarà Cesano Boscone. In particolare per la Tutela Minori era Corsico che garantiva uno spazio fisico dove lavorare per le 19 persone impiegate. A ottobre però dovrà essere trovata una nuova sede a pagamento. I minori seguiti da Corsico sono 200, quelli di Cesano 170.
Il consigliere Guastafierro si è dichiarato perplesso a proposito della gestione associata del servizio tutela minori. La paura è che si perda il controllo della situazione cesanese.
Personalmente la mia perplessità, visto quanto fatto da questa amministrazione recentemente, riguarda il ruolo di comune capofila di un progetto che tratta di argomenti così delicati.
Il disimpegno di Corsico obbliga per prima cosa nella ricerca di una sede fisica (bè…non potrebbe venir buona la palazzina di via Trento?. Tanto ci pare chiaro che per i giovani cesanesi la cosa migliore da fare sia procurarsi un veloce collegamento con Milano. Come 50 anni fa, del resto).
In finale di serata il Sindaco ha detto due parole due sul suo caso, che ha fatto il giro d’Italia. “Era solo una battuta sul mio profilo” ha detto. “strumentalizzato dai FdI. Nessuna battuta può giustificare un atteggiamento violento come quello visto stasera”.
Precedentemente anche il Presidente del Consiglio aveva voluto specificare: “è la seconda volta. Mi sento chiamato in causa. Con i capogruppo si poteva trovare un accordo. Non è stato possibile perché è successo quello che è successo. Ho dovuto fare uscire il pubblico. Scriverò io al Prefetto per denunciare questa cosa”.
A consiglio finito il consigliere Raimondo ci ha consegnato copia dell’interrogazione che voleva leggere in aula, (la vedi qui…FdI_20160531) e ha dichiarato la sua intenzione di rivolgersi al Prefetto per denunciare quanto accaduto stasera. Inoltre ci sarà un’interrogazione parlamentare al Presidente del Consiglio.
Morale della favola: una discussione, diciamo pure una lite, che poteva e doveva risolversi ieri nell’aula del consiglio comunale di Cesano Boscone, arriverà invece sul tavolo del Prefetto di Milano e nell’aula del Parlamento a Roma.

Walter Zucchelli, 1 giugno 2016

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 2016, ASILI-NIDO, caso Negri, Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...